culturaeculture.it il blog dei lettori. SOSTIENICI. ISCRIVITI QUI

Libri: recensioni & interviste

In libreria, Madre Teresa: una leader per missione

(Egea 2013, 176 pagg., 16,50 euro e 9,90 in epub)
(Egea 2013, 176 pagg., 16,50 euro e 9,90 in epub)

«Se realizzi i tuoi obiettivi, troverai chi ti ostacola. Non importa, realizzali». Soleva dire così Madre Teresa, una piccola donna tenace, con una Fede incrollabile, che nel 1948 rese concreto il sogno di aiutare i poveri di Calcutta, dando loro una speranza. Madre Teresa creò dal nulla la sua Fondazione, sostenuta inizialmente da dodici collaboratori ma che con il tempo si è diffusa in più di cento Nazioni, annoverando al suo interno 4mila persona e un milione di volontari, con milardi di dollari raccolti. Un successo ottenuto grazie alla semplicità di una donna che aveva comunque nel sangue le innate capacità di leader, senza avere alcuna nozione di  leadership, né di economia aziendale o di management. A raccontare l’esperienza umana di Madre Teresa sono due manager, Ruma BoseLouis Faust III, nel libro “Leader per Missione”  (Egea 2013), ulteriormente arricchito dal contributo di uno scrittore come Dominique Lapierre, che ha raccontato l’India nei suoi romanzi e che ha avuto modo di conoscere la missionaria di Calcutta, apprezzandone le innumerevoli doti, quali il carisma, la forza e la capacità di comunicazione. Gli autori non hanno scritto un libro di religione o di leadership, perché, come ci tengono a sottolineare, vogliono fare di Madre Teresa un esempio pratico per chiunque intenda realizzare grandi o piccoli progetti per sé e per la comunità, basando però la propria azione su un’etica universale suddivisa in otto principi che sono affrontati, singolarmente, nei vari capitoli del libro. Consigli utili per ogni lavoro, che è un bene e va sognato, amato, cogliendo il momento giusto. «Finché siamo vivi, sentiamoci vivi e andiamo avanti anche quando tutti si aspettano che lasciamo perdere», sosteneva infatti Madre Teresa.

Commenti

commenti

culturaeculture.it il blog dei lettori. SOSTIENICI. ISCRIVITI QUI

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione.

Lascia un commento

shares