culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Opinioni

Il coraggio di cambiare

di Maria Ianniciello


«Non c’è nulla d’immutabile, tranne l’esigenza di cambiare», diceva Eraclito.
Ed è proprio grazie a questa esigenza, insita in ognuno di noi, che Cultura e Culture è diventata testata giornalistica; un progetto nato nel 2008 e cresciuto molto nel corso di questi tre anni cambiando spesso forma ma non sostanza. Perché lo scopo è sempre stato lo stesso, anche se il portale manteneva le sembianze di un diario: guardare il mondo da angolazioni diverse senza pregiudizi ma con l’umiltà di chi cerca di apprendere dall’altro creando uno scambio culturale che arricchisce le persone coinvolte. E, come per tutte le iniziative portate avanti con costanza e con amore, i risultati non sono tardati ad arrivare tanto che oggi – come già sottolineato in precedenza – da direttore di questo giornale online ho il piacere di  dare il via alle pubblicazioni. La linea editoriale di questa testata – che nel giro di qualche settimana cambierà definitivamente aspetto – si prefigge l’obiettivo di fare approfondimento giornalistico su argomenti culturali, come il teatro, i libri, l’arte, la storia, il cinema, gli eventi in generale. Senza dimenticare l’attualità e guardando con occhio attento alle varie culture del mondo, in particolare a quella italiana attraverso video/reportage. E non mancheranno le rubriche e gli editoriali di personalità del mondo della cultura italiana.
Insomma, è appena nato un quotidiano online che fa cultura e che vi farà viaggiare con la mente…
10 aprile 2012 ore 16:55
close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha pubblicità da maggio 2020. Contiamo sull'aiuto dei nostri lettori, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Dona ora!

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Mi occupo di critica cinematografica, libri ed emancipazione femminile. Ho una laurea in Lettere (vecchio ordinamento), conseguita con il massimo dei voti nei tempi, e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline (ho diretto anche un magazine locale per due anni circa), curo dal 2008 www.culturaeculture.it, da me fondato. In culturaeculture.it dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per il mio lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità in tutte le sue sfaccettature. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione e formazione. Amo studiare e formarmi. Ah! Dimenticavo! Ho scritto un romanzo quando avevo sedici anni che ho pubblicato nel 2010.

Lascia un commento

shares