Non solo Cinema

Roma, al Teatro Belli “La Finzione della vita” (Tv, sex & family)

culturaeculture.it è un blog indipendente. Offrici un caffè. Grazie.

Isabella Giannone - Francesco Branchetti La Finzione della vita (Tv, sex & family): questo il titolo della commedia di Giovanni Antonucci, diretta da Francesco Branchetti, che andrà in scena al Teatro Belli di Roma (piazza Sant’Apollonia, 11) dal 6 all’11 maggio 2014.

La rappresentazione si muove su due universi paralleli che si integrano e si confrontano in un contraddittorio che mette in risalto le debolezze e i punti nevralgici della nostra società, dove tutto è spettacolo; anche la vita. Il primo è quello della Televisione, fatto di pura finzione,  di arrivismo e di egocentrismo. Il secondo è quello della famiglia che tutto sommato ancora regge agli stimoli esterni. Il protagonista è Luigi, un producer televisivo che deve fare i conti con l’audience e gli sponsor. Accanto a lui c’è la moglie Giulia, una donna che lo ama profondamente, senza condizioni. Luigi ha una relazione con Laura, attrice di teatro molto più giovane di lui; e poi c’è il regista televisivo Stefani. I personaggi, tranne Giulia, che è integra nei suoi valori (e non è un caso che lei non lavori in Televisione), sono alla ricerca di un’identità perduta. Branchetti porta dunque in scena la società di oggi, con i suoi vizi e le sue virtù. Gli attori sono lo stesso regista,  Isabella Giannone,  Laura Garofoli e Simone Lambertini. Le musiche sono di Pino Cangialosi, i disegni e le luci sono di Francesco Branchetti, mentre i costumi e le scene sono di Cristiano Paliotto.

Per info Teatro Belli: Tel.06 5894875; E-mail: info@teatrobelli.it

close

RESTA AGGIORNATO!

ISCRIVITI GRATIS ALLA NEWSLETTER SETTIMANALE GRATUITA SUI LIBRI, SUI FILM, SULLE SERIE TV, SUI DOCUMENTARI

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Commenti

commenti

Carla Cesinali

Carla Cesinali su Cultura & Culture si occupa di politica, di spettacoli, di arte.

Commenta