Non solo Cinema

LA MIA VITA E` UNO ZOO

culturaeculture.it è un blog indipendente. Offrici un caffè. Grazie.

Un film per le famiglie, che però –  dato il periodo dell’anno in cui è stato portato sul grande schermo in Italia – non potrà certo essere campione di incassi, nonostante non si tratti della solita commedia americana, strappalacrime! No, “La mia vita è uno zoo” con Matt Damon e Scarlett Johansson, diretto da Cameron Crowe, è molto di più perché di fronte alle sfide della vita (la morte della moglie) un padre (interpretato da Damon) non si lascia abbattere e fa vivere proprio come in un’avventura alla figlia di 7 anni e al primogenito adolescente, in balia dei propri ormoni e delle proprie esigenze, tipiche di quell’età, un’esperienza fuori dal normale raggiungendo anche un traguardo importante, a dimostrazione che l’impegno, quando c’è, premia sempre. Un esempio, dunque, per tutti coloro che non credono nelle varie possibilità dell’esistenza e chiusi nella loro unica forma mentis si lasciano vivere. Il film termina con un’immagine a effetto che lascia capire quanto il lutto sia stato metabolizzato sia dal padre, sia dai figli. Insomma una pellicola da vedere nonostante il caldo rovente che ci porta a scegliere altri divertimenti!

Curiosità

Il film è tratto da una storia vera, dalla vicenda del giornalista Benjamin Mee e della sua famiglia. Benjamin lascia il Guardian per acquistare lo zoo mentre sua moglie sta morendo per un cancro al cervello; da questa esperienza scrive il libro “Abbiamo comprato uno zoo”, tradotto in 21 Paesi, da cui è stato tratto il film con Matt Damon.

close

RESTA AGGIORNATO!

ISCRIVITI GRATIS ALLA NEWSLETTER SETTIMANALE GRATUITA SUI LIBRI, SUI FILM, SULLE SERIE TV, SUI DOCUMENTARI

ISCRIVITI AL NOSTRO GRUPPO FACEBOOK PER AMANTI DELLA LETTURA. CLICCA SULL'IMMAGINE

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Giornalista culturale. Podcaster. Scrivo di cultura dal 2008. Mi sono laureata in Lettere (vecchio ordinamento) nel 2005, con il massimo dei voti, presso l'Università di Roma Tor Vergata, discutendo una tesi in Storia contemporanea sulla Guerra del Vietnam vista dalla stampa cattolica italiana. Ho lavorato in redazioni e uffici stampa dell'Irpinia e del Sannio. Nel 2008 ho creato il portale culturaeculture.it, dove tuttora mi occupo di libri, film, serie tv e documentari con uno sguardo attento alle pari opportunità e ai temi sociali. Nel 2010 ho pubblicato un romanzo giovanile (scritto quando avevo 16 anni) sulla guerra del Vietnam dal titolo 'Conflitti'. Amo la Psicologia (disciplina molto importante e utile per una recensionista di romanzi, film e serie tv). Ho studiato presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica il linguaggio del corpo mediante la Psicosomatica, diplomandomi nel 2018 in Naturopatia. Amo la natura, gli animali...le piante, la montagna, il mare. Cosa aggiungere? Sono sposata con Carmine e sono mamma del piccolo Emanuele

Commenta