Non solo Cinema

I am Anna Magnani

@Biodpi
@Biodpi

Combattiva, forte e tenace, Anna Magnani è e dovrebbe essere un modello per le donne di oggi. La diva del Cinema, che ha contribuito a rendere ancor più grande le pellicole del Neorealismo Italiano, è conosciuta in tutto il mondo grazie alle sue magistrali interpretazioni. Scelta da grandi registi, come Rossellini, Fellini, De Sica, Totò, Luchino Visconti e Pier Paolo Pasolini, si dice che nel 1961 Jurij Gagarin, prima di compiere il giro della Terra, salutò la fraternità degli uomini, il mondo dell’Arte e Anna Magnani, che è anche una delle poche personalità italiane ad avere una stella nella prestigiosa Hollywood Walk of Fame. La Magnani è diventata sempre più celebre anche per l’Oscar ricevuto, come migliore attrice protagonista, per Serafina Delle Rose, personaggio de “La rosa tatuata”, film del 1955 con Burt Lancaster e diretto da Daniel Mann.

Nella foto Biodpi
Nella foto Biodpi

Il MoMA di New York nel 2002 le ha dedicato una mostra, ma molte sono le iniziative che vengono organizzate in suo onore. A Roma il 26 settembre alle 19 in occasione dei 40 anni della sua morte, alla Casa del Cinema di Villa Borghese si terrà un evento, nel corso del quale sarà inaugurata la mostra “I am Anna Magnani” di Biodpi, al secolo Fabio Della Ratta, e prodotta da 21 Grammi. A fine serata sarà proiettato il documentario “Donne nel Mito: Anna Magnani a Hollywood”, realizzato da Marco Spagnoli. Il filmato, che è una produzione di DIVA Universal (SKY – Canale 128), è stato presentato alla 70. Mostra del Cinema di Venezia. Al centro del documentario- che andrà in onda su Sky Canale 128, il 26 settembre alle 21.50 e il 29 settembre alle 16.10- la fama internazionale della Magnani e la sua amicizia con il commediografo Tennessee Williams. La mostra- che si chiude il 29 settembre ed è visitabile dalle 15 alle 19- è anche essa un omaggio a Nannarella, come la chiamavo i suoi fan. Il percorso comprende una serie di ritratti realizzati dall’artista casertano Biodpi, che esaltano la figura dell’attrice, e termina con un’immagine del film “Roma” di Federico Fellini, con il quale la Magnani si è congedata dalle scene.

Il 26 settembre la rassegna sarà inaugurata dal sindaco di Roma, Ignazio Marino, e dall’Assessore alla Cultura, Flavia Barca. Fra le personalità presenti anche la nipote dell’attrice Olivia Magnani, il regista Marco Spagnoli, Giancarlo Giannini, Caterina D’Amico, direttore della Casa del Cinema, e Massimo Ranieri.

close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Giornalista culturale. Podcaster. Scrivo di cultura dal 2008. Mi sono laureata in Lettere (vecchio ordinamento) nel 2005, con il massimo dei voti, presso l'Università di Roma Tor Vergata, discutendo una tesi in Storia contemporanea sulla Guerra del Vietnam vista dalla stampa cattolica italiana. Ho lavorato in redazioni e uffici stampa dell'Irpinia e del Sannio. Nel 2008 ho creato il portale culturaeculture.it, dove tuttora mi occupo di libri, film, serie tv e documentari con uno sguardo attento alle pari opportunità e ai temi sociali. Nel 2010 ho pubblicato un romanzo giovanile (scritto quando avevo 16 anni) sulla guerra del Vietnam dal titolo 'Conflitti'. Amo la Psicologia (disciplina molto importante e utile per una recensionista di romanzi, film e serie tv). Ho studiato presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica il linguaggio del corpo mediante la Psicosomatica, diplomandomi nel 2018 in Naturopatia. Amo la natura, gli animali...le piante, la montagna, il mare. Cosa aggiungere? Sono sposata con Carmine e sono mamma del piccolo Emanuele

Commenta