culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Natura

L’estate della Repubblica di San Marino

Foto di: www.gruppoantimafiapiolatorre.it
@www.gruppoantimafiapiolatorre.it

La Repubblica di San Marino, fondata agli inizi del IV secolo da uno scalpellino di nome Marino, sfuggito alle persecuzioni dell’imperatore Diocleziano, è considerata la più antica Repubblica del mondo e già nel Medioevo il paese si diede un ordinamento comunale che ha da sempre mantenuto nei secoli la sua indipendenza. Oggi lo Stato è diviso in nove castelli: la capitale Città di San Marino, Acquaviva, Borgo Maggiore, Chiesanuova, Domagnano, Faetano, Fiorentino, Montegiardino e Serravalle. San Marino e Monte Titano, in particolare, costituiscono una testimonianza eccezionale dell’istituzione di una democrazia rappresentativa basata sull’autonomia civica e l’autogoverno e ogni anno sono tantissimi i turisti che amano visitare questo luogo in nome dell’amore per la libertà.

La grande evocatività suscitata dalla Repubblica di San Marino è dovuta, inoltre, alla particolare ed invidiabile posizione arroccata sul monte Titano. Per visitarla, si può passare dalla cima del monte al centro della città vecchia con una funicolare che attraversa il borgo, scoprendo così il superlativo Belvedere. La città di San Marino ha tanto da mostrare e regala scenari molto suggestivi, soprattutto durante le celebrazioni natalizie, quando le stradine della città si arricchiscono di mercatini molto caratteristici ma anche in estate durante le famose giornate medioevali in cui vengono messe in scena delle spettacolari rievocazioni storiche, basate su tradizioni folcloristiche.

I luoghi da visitare – Dentro le mura della città vi sono le antiche piazze, i palazzi, musei, chiese, case medioevali tutte in pietra che conservano l’aspetto di un tempo.  Nel centro storico si trova il Palazzo del Governo, sede di qualcosa di simile ad un parlamento sammarinese che è formato dai capitani Reggenti che vengono rieletti ogni sei mesi. Dall’alto della città, sul monte Titano vi sono tre rocche erette allo scopo di proteggere la città. La Prima Torre fu la prima ad essere edificata intorno all’anno 1000, la Seconda Torre, Rocca Cesta, è la più alta delle tre, risale al XIII secolo ed al suo interno si trova l’imperdibile Museo delle Armi. La Terza Torre, Rocca Montale, risale anche questa al XIII secolo. Le torri si possono raggiungere a piedi in un percorso affascinante e pittoresco. La torre Guaita è interamente visitabile, e si può godere di una splendida vista dalla torre campanaria o visitare i sotterranei dove si trovano le antiche carceri, che oggi ospitano piccole esposizioni temporanee, venivano confinati solo coloro che dovevano scontare una detenzione non superiore ai sei mesi, per pene superiori era previsto il trasferimento dei condannati nelle carceri italiane. L’ingresso alla Torre è di soli 3 euro a persona. Continuando il cammino a piedi si attraversa il Passo delle Streghe, dopo averlo percorso, si raggiunge la seconda Torre, quella di Cesta, questa è la più alta, a circa 750 metri dal mare. Affacciandosi sulla vallata sottostante, sulla sinistra si può ammirare la Torre Guaita in tutta la sua imponenza, voltandosi a destra invece si scorge la Terza Torre. Al primo piano è stato allestito il Museo delle Armi Antiche, e anche qui il costo del biglietto è di 3 euro, e se si visitano entrambe le torri il biglietto cumulativo è di 4,50 euro. Il cammino conduce, infine, alla terza Torre, il Montale, più piccola rispetto alle altre. Da visitare è anche la Mostra permanente dell’artigianato sammarinese, il museo delle Armi Moderne, quello delle Auto d’Epoca e l’immancabile Museo delle Cere. Non ultimo il tenebroso Museo della Tortura che raccoglie più di 100 strumenti utilizzati nell’antichità per procurare dolore e morte. Particolarmente curioso è il cambio della Guardia che, nei mesi estivi, avviene quotidianamente, dalle 8.30 alle 18.30, ogni ora alla mezz’ora.

Foto di: www.libertas.sm
@www.libertas.sm

Le giornate Medioevali – E’ ormai tradizione l’atteso evento di rievocazione  storica, vero testimone dei tempi, le “Giornate Medioevali”: Dal 25 al 28 luglio nel Centro Storico di San Marino, Patrimonio dell’Umanità, si rivivono storia e leggenda in una kermesse di spettacoli dove Dame e Cavalieri, Armigeri, Balestrieri e Sbandieratori, Giullari e Mercanti, Ronde e Musici riempiono ogni via, ogni angolo, regalando divertimento ed emozioni. Nulla è lasciato al caso: la musica di strumenti ormai dimenticati, l’aroma sprigionato dalle cucine di ristoranti e taverne che propongono menù tratti da antiche ricette, i manufatti riprodotti nei particolari, le armature e i costumi. Cuore della festa è la Cava dei Balestrieri animata ogni sera da soldati e cavalieri che si affrontano nelle disfide, tornei di balestre, giochi di bandiere e di corte. Quattro giorni e quattro notti di grandi festeggiamenti in cui spiti, turisti e curiosi potranno calarsi in un’atmosfera unica. L’evento, nato nel 1993 con la collaborazione della Federazione Balestrieri Sammarinesi, ha saputo conservare nel tempo il proprio fascino, sottolineato dall’incomparabile bellezza dell’ambientazione naturale offerta dalla Città arroccata sul Monte Titano.

PROGRAMMA:

TUTTI I GIORNI:

Centro Storico:
Sfilate e intrattenimenti con Cortei di Figuranti

Porta San Francesco:
Artisti di strada, Musici

Piazza Titano:
Artisti di strada, Musici

Galleria Cassa di Risparmio:
“ Vivi il medioevo in prima persona “ noleggio costumi medioevali

Giardini dei Liburni:
Mercato medioevale

Via Eugippo:
Mercato Medioevale

Piazza della Libertà:
Mercato Medioevale, Artisti di Strada, Musici

Piazza Garibaldi:
Angolo della Veggenza, Scrittura Runica, Teatro Burattini

P.le Domus Plebis:
Accampamento Cerna dei Lunghi Archi, Guarnigioni

Salita alla Rocca:
Mercato Medioevale, Artisti di Strada

Prima Torre:
Rivivere la Torre con Compagnia dell’Istrice, I Fanciulli e la Corte di Olnano, Guarnigioni

Cava Antica (P6):
Associazione Giochi Storici di San Marino, Accampamento medioevale,  animali domestici, rapaci, duelli, con Les Compagnons de Jeanne, Guarnigioni, Artisti di Strada, esposizione strumenti di tortura

P.le Bruno Reffi dalla mattina, ore 10.00 alle ore 12.30 e dalle 17.00 alle 18.30
Intrattenimenti ludici per bambini

GIOVEDI’ 25 LUGLIO 2013:

Ore 20.30: Musica antica con i Sage Green
Ore 21.00: Centro danza Attitude di San Marino
A seguire: Spettacolo di Sbandieratori e Musici della Federazione Balestrieri Sammarinesi
Circateatro
Sbandieratori di Sansepolcro
Danza del Fuoco Compagnia del Drago Nero

VENERDI’ 26 LUGLIO 2013:

Ore 20.30: Musica antica, Gratulantes
Ore 21.00: Le Barnos
A seguire: Corteo Storico Contrada Porta Fiorentina di Cerreto Guidi
Danza del Fuoco Compagnia del Drago Nero
Sbandieratori di Gubbio
Spettacolo Gruppo dell’Istrice e i Fanciulli della Corte di Olnano di San Marino

SABATO 27 LUGLIO 2013:

Ore 20.30: Musica antica, Gregge di Titiro
Ore 21.00: Gruppo S.S.ginnastica di San Marino
A seguire:Corte Rovesca di Mondavio
Danza del Fuoco Compagnia del Drago Nero
Archibugeri del Santissimo Sacramento di Cava dei Tirreni
Les Danseuses de Sheherazade
Spettacolo della Cerna dei Lunghi Archi

DOMENICA 28 LUGLIO 2013:

Ore 20.30: Musica antica, Clamor et Gaudium
Ore 21.15: Disfida del Tricorniolo, gara di tiro con la Balestra
Balestrieri del Palio della Marcigliana di Chioggia
Compagnia Balestrieri di Lucca
Società Terzieri Massetani
Federazione Balestrieri di San Marino
Presenza del Gruppo sbandieratori, musici e figuranti della Federazione Balestrieri Sammarinesi

Teatro Titano:
Segreteria Giornate Medioevali Tel. 0549 882416

25 – 28 luglio 2013
San Marino, Centro Storico

Info: Tel. 0549 882914 (Ufficio Informazioni)
info@visitsanmarino.com

Prenotazioni alberghiere: Tel. 0549 995031 (Consorzio San Marino 2000)
info@sanmarino2000.sm
www.sanmarino2000.sm

I concerti e le rassegne estive L’estate 2013 di San Marino sarà particolarmente ricca di eventi all’insegna della musica di spessore.

jazz-2013Si comincia con il San Marino Jazz festival: tre serate, previste tra il  19, 20 e 21 luglio (Cava degli Umbri, P7), all’insegna della qualità e del prestigio.  La prima ospite della kermesse sarà la pianista jazz di nazionalità giapponese Hiromi e il suo The Trio Project, il 20 sarà la volta del David Kikoski quartet (feat. Seamus Blake) mentre la chiusura sarà affidata agli Incognito, per un concerto non solo da ascoltare ma anche da ballare, con sonorità che dal jazz si spostano sulle tonalità ancora più sensuali del funk e del soul.

Il trenta luglio è in programma un evento esclusivo, per gli amanti della musica d’autore: Paolo Conte terrà, proprio a San Marino, il suo unico live in terra italica. Grandi successi e produzioni più recenti faranno parte del repertorio che Conte sfodererà sul Titano, accompagnato da una ensemble di musicisti di spessore.

Il percorso musicale  sanmarinese non finisce qui: l’Etnofestival, in programma al centro storico dal 10 al 14 agosto, e ad ingresso libero, sarà l’occasione perfetta per compiere un vorticoso viaggio tra le percussioni di tutto il mondo: dal Canada a Capo Verde, dal Messico alla Bulgaria fino ad arrivare in Algeria.

 Per celebrare alla grande il “compleanno” della Repubblica di San Marino quest’anno è stato scelto Mario Biondi che, in tour con il suo nuovo album Sun,  il 3 settembre sarà in Piazzale Giangi, accompagnato dalla sua storica band, Italian Jazz Players, per un live da non perdere

 Infine un evento leggermente più elitario: la quinta edizione del Concorso di canto lirico Renata Tebaldi, che si terrà dal 20 al 28 settembre, organizzato e promosso dalla Fondazione Tebaldi sotto l’Alto Patrocinio degli Eccellentissimi Capitani Reggenti e, tra gli altri, del Teatro alla Scala di Milano e del Teatro di San Carlo di Napoli. Il 22 settembre al Teatro Titano, ci saranno due concerti che rappresentano l’atto conclusivo della sezione “Antico e Barocco” mentre il 28 settembre al Teatro Nuovo di Dogana, ci sarà il tradizionale concerto dei finalisti dell’Opera con i cantanti che saranno accompagnati dall’Orchestra Sinfonica di San Marino, diretta da Edoardo Müller.

 Raffaella Sbrescia

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Raffaella Sbrescia

Raffaella Sbrescia è una giornalista iscritta all'ordine dei Giornalisti della Campania dal 2010 e blogger per il blog musicale "Ritratti di note". Dopo la laurea triennale in Lingue, culture e letterature dell'Europa e delle Americhe ha conseguito la laurea magistrale in Lingue e Comunicazione Interculturale in Area Euromediterranea presso l'Università degli Studi di Napoli l'Orientale con il massimo dei voti. Da sempre interessata al mondo della musica, dell'antropologia, dei viaggi e della letteratura, per Cultura & Culture è responsabile della sezione eventi e spettacoli.

Leave a Reply

shares