Di tutto un po'

GRAZIE A NEIL ARMSTRONG

Ph NASA

Quasi tutta la redazione di Cultura&Culture.it non ha vissuto uno dei momenti più importanti per l’umanità: il viaggio spaziale che incollò al televisore milioni di spettatori, i quali in tutto il mondo con il fiato in sospeso guardavano un uomo mettere piede sulla luna. Costui, come avrete potuto intuire, è Neil Armstrong, che per primo il 20 luglio 1969 camminò fluttuante sul suolo lunare pronunciando una frase che lo rese ancor più celebre: «Un piccolo passo per un uomo, un grande balzo per l’umanità». Armstrong – che è deceduto ieri, 25 agosto 2012, a 82 anni – è ed è stato storia e leggenda per gli Usa (e non solo), perché insieme agli altri astronauti presenti, ha contribuito a rendere ancor più forte il loro Paese, in piena Guerra Fredda, che si combatteva oltre che sulla Terra, attraverso un’aggressiva propaganda che spesso si trasformava in una vera e propria corsa agli armamenti, anche nello Spazio.

Quanto è accaduto il 20 luglio 1969 quasi tutta la redazione di Cultura&Culture.it lo ha appreso sui libri di storia e, nel leggere quelle pagine o nel guardare quei video, con fare sognante ha cercato di provare le sensazioni e le emozioni di quegli uomini che per primi hanno visto ciò che gli antichi avevano soltanto provato a immaginare. Grazie, quindi, a Neil Armstrong per averci fatto conoscere come è fatta la Luna…

Per vedere le foto dell’Apollo 11: http://www.nasa.gov/externalflash/armstrong/index.html

Maria Ianniciello

close
Iscrivendoti alla newsletter riceverai GRATIS l'ebook su come difendersi dalle fake news!

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Giornalista culturale. Podcaster. Scrivo di cultura dal 2008. Mi sono laureata in Lettere (vecchio ordinamento) nel 2005, con il massimo dei voti, presso l'Università di Roma Tor Vergata, discutendo una tesi in Storia contemporanea sulla Guerra del Vietnam vista dalla stampa cattolica italiana. Ho lavorato in redazioni e uffici stampa dell'Irpinia e del Sannio. Nel 2008 ho creato il portale culturaeculture.it, dove tuttora mi occupo di libri, film, serie tv e documentari con uno sguardo attento alle pari opportunità e ai temi sociali. Nel 2010 ho pubblicato un romanzo giovanile (scritto quando avevo 16 anni) sulla guerra del Vietnam dal titolo 'Conflitti'. Amo la Psicologia (disciplina molto importante e utile per una recensionista di romanzi, film e serie tv). Ho studiato presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica il linguaggio del corpo mediante la Psicosomatica, diplomandomi nel 2018 in Naturopatia. Amo la natura, gli animali...le piante, la montagna, il mare. Cosa aggiungere? Sono sposata con Carmine e sono mamma del piccolo Emanuele

Commenta