culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Senza categoria

Amici di Maria De Filippi: la Finale 2015 tra ieri e oggi

amici-di-maria-de-filippi-finale-2015

Per l’aggiornamento sui vincitori della Finale e le foto scorrere.

Quattordici anni e non sentirli. Quattordici anni di grandi successi e a volte di polemiche. Amici di Maria De Filippi – che per la quattordicesima edizione si avvia verso la Finale – è il format più seguito della televisione italiana che ha consacrato artisti poco noti, giovani di talento che sono riusciti ad avere più di un’occasione. Amici-di-Maria-De-FilippiMaria De Filippi li lancia, poi spetta a loro riconfermare o aumentare il successo ottenuto attraverso un programma che si innova costantemente e che ha conquistato anche il pubblico del web, come si è evinto nella conferenza stampa di presentazione della Finale, che andrà in onda venerdì 5 giugno 2015, a partire dalle 21.10, su Canale 5. Numeri da capogiro: oltre un milione i fan su facebook (con un aumento settimanale di 22mila fan), più di un milione le persone coinvolte a settimana sul social di Mark Zuckerberg, con 4 milioni di clic sui post in sette giorni. Il 44 per cento dei fan ha un’età compresa tra i 18 e i 24 anni, di cui il 64 per cento ha o sta conseguendo la laurea. Su Twitter i follower sono 260mila, con un aumento di 5mila follower a settimana. In crescita anche Instagram, dove i “seguaci” sono al momento 393mila (con un aumento di 20.500 follower a settimana). Amici batte la concorrenza su tutti i fronti, ovviamente anche in termini di ascolti. Ma che cos’è che rende questo programma così appetibile? Qual è la ricetta segreta di Maria De Filippi che non sbaglia nulla? Sicuramente lavoro e costanza, uniti a un intuito eccezionale e a un team di professionisti capaci, fra cui il regista e coreografo internazionale Giuliano Peparini che, in qualità di direttore artistico del serale di Amici, per la terza edizione consecutiva, ha realizzato le scenografie, le coreografie originali oltre alla grafica video. Valore aggiunto di questa edizione del Serale sono i meravigliosi quadri e Peparini assicura in conferenza stampa che molte saranno le sorprese anche per la Finale, quando si sfideranno Klaudia e Virginia per il ballo, Stash and The Kolors e il rapper Briga per il canto. conferenza-stampa-amici-di-Maria-De-FilippiDurante la serata saranno decretati un vincitore per categoria, un vincitore del premio della critica e un vincitore assoluto; quest’ultimo sarà scelto dai telespettatori con il televoto. I quattro finalisti sono coordinati dai direttori artistici delle due squadre, Elisa per i Blu ed Emma per i Bianchi, entrambe presenti in conferenza stampa e sulle quali Maria De Filippi ha riposto la propria fiducia. «Emma è una conferma – ha detto la conduttrice -. Mentre Elisa è una sorpresa, la conoscevo solo artisticamente». La De Filippi ha espresso e rinnovato la sua stima anche per Loredana Bertè, definita «artista di grande fair play», e purtroppo sottovalutata, «perché – ha precisato l’autrice e conduttrice di Amici – non le è stato riconosciuto negli anni tutto il suo valore». Cresce l’attesa soprattutto per i concorrenti che in conferenza stampa non hanno esitato a far trasparire la loro emozione per un traguardo certamente più che meritato e raggiunto con grandi sacrifici. Klaudia Pepa ha cominciato a muovere i primi passi nel mondo della danza da piccola (a Tirana in Albania), come anche la siciliana e giovanissima Virginia Tomarchio, il cui percorso è stato tutto in salita a causa dell’impossibilità di permettersi le scuole di danza più accreditate del Bel Paese. disco-d-oro-The-KolorsAntonio Fiordispino, conosciuto dal grande pubblico come Stash, con la band The Kolors ha conquistato il disco d’oro grazie a Out, album già in vetta nella classifica della Federazione Industria Musicale Italiana (Fimi). In conferenza stampa Stash si è detto meravigliato dei risultati ottenuti, raccontando anche aneddoti della sua vita, dal periodo trascorso a Londra alla vendita delle mozzarelle a Milano, città che l’ha adottato, perché Antonio ha origini napoletane. Infatti, a Napoli vive tuttora la sua famiglia. Di tutt’altro genere invece il percorso di Briga che come ha precisato egli stesso si è avvicinato alla musica mediante la poesia. «Amo i versi da sempre – ha detto Briga – però sento anche il bisogno di utilizzare un linguaggio diretto per esprimere me stesso e ciò che vedo e sento. Voglio raccontare qualcosa di normale in un periodo in cui ormai è insolito trasporre in musica attimi della vita quotidiana». Con il suo disco d’inediti Never Again, il rapper romano ha raggiunto le posizioni più alte della top ten Fimi. Insomma, sono lontani i tempi di Saranno Famosi (stagione 2000 e 2001). Molta acqua è passata da allora sotto i ponti. Ricordate la semplicità di Dennis Fantina? Il talento di Leon Cino? La bellissima voce di Giulia Ottonello? La classe di Anbeta? La dedizione di Antonino? Molti di questi ragazzi sono ormai un lontano ricordo, alcuni una piacevole realtà quotidiana, come Emma Marrone o Alessandra Amoroso che con le loro canzoni allietano le giornate dei numerosi fan.

The-Kolors

Il successo di Amici di Maria De Filippi è tutto qui: nella passione dei concorrenti e nell’occasione data ai giovanissimi spettatori di vivere un sogno (altrui) per qualche ora, grazie a quella scatola magica, certamente illusoria, che è la televisione, mezzo di comunicazione che continua a esercitare un grande fascino; più della radio, più del cinema, più del web e certamente più della carta stampata. E, se in conferenza stampa qualcuno ha citato l’elogio alla danza e al canto di Platone, noi di Cultura & Culture ricordiamo il pronostico fatto da Ennio Flaiano, il quale una volta disse che l’Italia l’avrebbero fatta non i Governi bensì la Televisione. Italiani, dunque, plasmati dalle tendenze televisive e speriamo tra qualche tempo anche dalla logica meritocratica di questo talent. E… adesso non ci resta che conoscere i nomi dei vincitori della Finale 2015 di Amici di Maria De Filippi.

Aggiornamento al 6 giugno I The Kolors vincono la Finale. Virginia vince il premio per categoria; il premio della critica va ai The Kolors, mentre il premio RDS va a Briga. Virginia ha ottenuto anche un contratto di lavoro con il Teatro dell’Opera di Milano; vedremo Klaudia tra i ballerini professionisti della prossima edizione di Amici. La Finale 2015 di Amici ha ottenuto uno share del 34,20 per cento, con oltre 6milioni di telespettatori. Oltre un milione i cinguettii su Twitter. Il 5 giugno Canale 5 è stata la rete televisiva, grazie al talent di Maria De Filippi, più seguita nelle fasce di prima e seconda serata e ha ottenuto il miglior ascolto delle ultime ventiquattro ore.

Il video della vittoria dei The Kolors: http://www.wittytv.it/amici/i-the-kolors-vincono-amici/542783/

 

 Maria Ianniciello 

 

 

close

Commenti

commenti

culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Mi occupo di critica cinematografica, libri ed emancipazione femminile. Ho una laurea in Lettere (vecchio ordinamento), conseguita con il massimo dei voti nei tempi, e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline (ho diretto anche un magazine locale per due anni circa), curo dal 2008 www.culturaeculture.it, da me fondato. In culturaeculture.it dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per il mio lavoro (il giornalismo culturale intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità in tutte le sue sfaccettature. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione e formazione. Amo studiare e formarmi. Ah! Dimenticavo! Ho scritto un romanzo quando avevo sedici anni che ho pubblicato nel 2010.

Leave a Reply

shares