Aloe Vera: proprietà curative. Ma attenzione, ecco perché!
23 marzo 2017
Maria Ianniciello (1195 articles)
Share

Aloe Vera: proprietà curative. Ma attenzione, ecco perché!

Oggi si parla tanto delle innumerevoli proprietà curative dell’Aloe Vera, ma pochi sanno che, prima di consigliare o prescrivere un rimedio – anche se naturale – è necessaria un’attenta valutazione del soggetto, proprio come sono soliti fare i medici della tradizione cinese che esaminano il loro paziente, partendo innanzitutto dalla costituzione per portare in equilibrio i cinque elementi nell’organismo (legno, fuoco, terra, metallo e acqua). E` necessario partire dal presupposto che tutto non fa bene a tutti e questo concetto è valido anche per l’Aloe Vera che ad alcune persone dà benefici e ad altre nessuno. Come ce lo spieghiamo? Si tende ad omologare, sia nella Medicina allopatica e sia con i metodi naturali, gli individui. In realtà ciascuno è diverso e cambia in ogni momento della propria esistenza con l’età e con l’alternarsi delle stagioni. Secondo la Spagyria (l’Alchimia applicata alla Medicina), assumendo parti di pianta prendiamo le sue caratteristiche.

proprieta-curative-aloe-vera

Esaminiamo, dunque, l’Aloe Vera partendo proprio dal concetto alchemico. Dove cresce? Come nasce? Come sono le sue foglie? L’Aloe Vera è succulenta e grassa, perché ha la capacità di assorbire acqua, dato che si è adattata a vivere in zone secche e aride del pianeta; quindi per non estinguersi ha bisogno di fare un po’ come i cammelli: immagazzinare liquidi per far fronte alla siccità. Ed è questo il suo segreto, non l’unico ma uno dei tanti. Già Alessandro Magno ne conosceva le proprietà curative e pare che su consiglio di Aristotele il tenace condottiero conquistò l’isola di Socotra proprio per approvvigionarsi di Aloe, la cui famiglia (quella delle Liliacee) è molto ampia (sono 300 le varietà). Tornando ai nostri giorni, possiamo dunque affermare con una certa convinzione che l’Aloe Vera contiene alcune sostanze benefiche.

Le sue proprietà curative sono diverse: ha un’azione antinfiammatoria, lenitiva, lassativa, analgesica, disintossicante ed emolliente. Rigenera, inoltre, l’epidermide. I prodotti a base di Aloe Vera sono vari. Il succo – che contiene Aloina e Resina – regolarizza la pressione sanguigna, stabilizza i livelli di zucchero nel sangue, riduce il colesterolo e i trigliceridi, stimola il sistema immunitario, contrasta la stitichezza, riduce le infiammazioni articolari e la ritenzione idrica. La crema o il gel cura le ferite e le scottature lievi. Nel gel, in particolare, sono presenti polisaccaridi e aminoacidi.

L’Aloe Vera ha tuttavia alcune controindicazioni (per esempio non è indicata in caso di colite ulcerosa); di conseguenza non vi dico come assumerla perché parto dal presupposto che ciascuno è diverso. Prenderla per lunghi periodi per alcune persone potrebbe essere una panacea, per altre fonte di malessere. Dipende dal vostro terreno di base e soprattutto dalla condizione in cui vi trovate attualmente, dai farmaci che state assumendo (se li state assumendo), dalla stagione (in primavera e in estate il succo potrebbe essere più indicato) e da tanti altri fattori che vanno valutati caso per caso (con l’ausilio del naturopata e del vostro medico) se si vuole intraprendere un percorso naturale. Questo ovviamente vale per il succo.

Il gel e la crema possono essere usati con più tranquillità a seconda delle esigenze. Non dimenticate, però, che la pelle è l’organo più esteso del nostro corpo. Per la Psicosomatica, esso ci difende e ci tutela dalle ingerenze esterne: è il nostro scudo e la nostra forza. Di conseguenza, ciò che mettiamo sulla pelle penetra nell’organismo, quindi prestate attenzione ai segnali del vostro meraviglioso corpo e non esagerate con i dosaggi dell’Aloe Vera, pure se è in gel o crema.

aloe-vera-proprieta-curative

Maria Ianniciello

Maria Ianniciello

Direttore responsabile e coeditrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Presenta spettacoli vari (sfilate e concerti) e modera convegni. Su Cultura & Culture, oltre a occuparsi di libri, attualità e arte, è responsabile della sezione Cinema.

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.