16 ottobre 2012
Redazione (4055 articles)
Share

LONDON FILM FESTIVAL: APRONO TIM BURTON E IL SUO FRANKENWEENIE

È iniziato mercoledì 10 ottobre 2012 il 56° The Times BFI London Film Festival , il festival del cinema di Londra organizzato dal British Film Institute, che terminerà il prossimo 21 ottobre. Ad aprire la kermesse è stato Tim Burton che, dopo aver sfilato sul red carpet di Leicester Square ha presentato il suo cartoon tridimensionale in stop motion che ha avuto l’onore di essere scelto come evento di apertura del BFI London Film Festival. Frankenweenie è stato accolto tra i favori del pubblico e della critica, tanto che si è registrato immediatamente il sold out per lo spettacolo. Tim Burton era presente a Londra insieme ai doppiatori del suo ultimo film, il grandissimo Martin Landau, il simpatico Martin Short e la veterana Catherine O’Hara e, per la prima volta, l’evento è stato mostrato in diretta in 30 cinema inglesi. Il regista, stimato dal pubblico e dalla crica, si sente ormai cittadino adottivo della capitale britannica, che lo ha accolto con il prestigioso premio del British Film Institute, il BFI Fellowships.

Sono sette, invece, i film italiani in concorso nelle diverse sezioni della manifestazione, più una proiezione speciale. Per la categoria “Debate” concorrono la “Bella Addormentata” di Marco Bellocchio e “Reality” di Matteo Garrone. In “Thrill” il già pluripremiato “Cesare deve Morire” di Paolo Taviani e Vittorio Taviani e nella “Official Competition” c’è “È stato il Figlio” di Daniele Cipri’.

L’unico documentario italiano in gara all’interno della sezione “Treasures” è “La Guerra dei Vulcani” di Francesco Patierno, mentre nella categoria “Journey” sono presenti “Il Rosso e il Blu” di Giuseppe Piccioni e “L’Intervallo” di Leonardo Di Costanzo. Omaggio allo spaghetti western con la proiezione di “La resa dei conti” di Sergio Sollima del 1969.

Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.