14 febbraio 2013
Redazione (4050 articles)
Share

CLAUDIO SANTAMARIA E FILIPPO NIGRO AD AVELLINO

Occidente Solitario castQuesta sera, 14 febbraio 2013, alle 21 sul palco del Carlo Gesualdo di Avellino andrà in scena “Occidente solitario”, una produzione della Compagnia “Gli Ipocriti”, interpretata da Claudio Santamaria, nei panni di Coleman, Filippo Nigro in quelli di Valene, Massimo De Sanctis nell’abito talare di Padre Walsh e Azzurra Antonacci, che interpreta Ragazzina.

Una commedia di grande impatto interpretata da due volti noti del piccolo schermo come quelli di Caludio Santamaria e Filippo Nigro, portata ad Avellino in collaborazione con il Teatro Pubblico Campano e che inchioderà alla poltrona il pubblico irpino che deciderà di trascorrere un San Valentino diverso seduto comodamente a teatro.

«Ho scelto di rappresentare testi contemporanei che non descrivono una realtà territoriale, ma una indefinita società, una condizione umana di solitudine e indifferenza, uno stato d’infelicità quasi compulsivo che richiama all’oggi, alla concretezza spietata della vita – spiega il regista Juan Diego Puerta Lopez –. La storia si snocciola in un piccolo villaggio dell’Irlanda, dove due fratelli al limite del patologico, non riescono a vivere senza dispute e aggressioni. Il parassita Coleman, impegnato a scroccare liquori e patatine al fratello Valene, possessivo, maniacale, che contrassegna con la propria iniziale ogni oggetto, per sottolineare al fratello le sue proprietà. Cerca inutilmente di pacificarli un giovane prete, dedito all’alcool e frustrato dalla missione impossibile di convertire quel paesello cinico. Solo una ragazza nel mezzo di questo triangolo bizzarro, Ragazzina, giovane venditrice abusiva di whisky a domicilio». Una commedia nera, concentrata in una stanza, dove delirio e stravaganza s’incontrano con umorismo e cinismo, confessioni senza salvezza si alternano a suicidi e vecchi omicidi di famiglia. La crudeltà si sottrae alla morale e si manifesta come gioco, ritmo, energia e se i personaggi aprono bocca è per insultare, rivendicare o compiangersi. Una pièce teatrale di grande impatto e di grande successo di pubblico e di critica che è valsa all’attore Filippo Nigro il Premio Le Maschere del Teatro Italiano nell’edizione 2012 per la categoria miglior attore – Premio Banco Napoli.

 

Tags Teatro
Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.