Cinema, Mario Monicelli racconta se stesso

Mario Monicelli
Mario Monicelli

“Monicelli – La versione di Mario” è un documentario realizzato da cinque registi, in cui Monicelli racconta se stesso; in particolare si tratta di un’autobiografia per immagini girata da Mario Canale, Felice Farina, Mario Gianni, Wilma Labate e Annarosa Morri. Nel filmato si evincono l’energia, lo humor, la grande onestà, lo sguardo sulla società  di Mario Monicelli che è sempre stato considerato un “maestro”. Uno che possedeva il “mestiere”, una sorta di leggenda. Umile come solo i grandi sanno essere. Era partito dal basso come “ciakkista”, ricoprendo in seguito moltissimi ruoli fino a diventare aiuto regista, sceneggiatore e infine regista. MONICELLI - 01Il documentario, che è suddiviso in cinque capitoli in cui vengono messe in evidenza la vita e l’opera di Monicelli, nasce dall’incontro dei cinque registi con il “maestro” che si racconta facendo emergere cinque momenti della sua vita che vanno dagli esordi al suo rapporto con la politica. «E`un lavoro appassionante e difficile come sempre accade quando ci si confronta con una materia ricca, antologica, pieno di emozioni anche intime. Un’avventura piccola piccola rispetto alla grandezza del protagonista che però ci ha contagiati, un turbamento collettivo mai superficiale che ha lasciato un segno», spiegano gli autori, aggiungendo: «Non è stato facile coordinare i nostri stili, il nostro approccio al cinema, le nostre diverse storie, ci sono stati momenti di grande tensione, abbiamo discusso sulla enorme quantità di materiale, su come sceglierlo – dicono -. Abbiamo girato molte interviste, oltre la lunga chiacchierata con Lui da cui siamo partiti; abbiamo analizzato i suoi film pezzo per pezzo, alcuni preziosi e rari e ci siamo divertiti come matti con i primi film, esilaranti e commoventi». Il documentario arriva domani, martedì 4 giugno, a Roma in otto sale, (con possibilità di repliche nei giorni successivi), grazie alla rassegna L’Italia si racconta promossa da Luce-Cinecittà e Anec Lazio, per portare i migliori documentari nelle sale cinematografiche. Domani sera al Cinema Alcazar alle 20.30, i cinque autori del film incontreranno il pubblico romano per raccontare il loro incontro con il grande regista italiano. Un’occasione dunque per i suoi tanti appassionati di ritrovare la vita e i film di un semplice genio, che con i film ha raccontato la vita. Clicca qui per conoscere le sale: http://www.cinecitta.com/wp/index.php

I cinque registi 

Mario Canale – Tra i lavori recenti: Marcello una vita dolce, Marco Ferreri, il regista che venne dal futuro, Settanta volte set sui settant’anni di Cinecittà, Gillo: le donne i cavalier l’armi e gli amori, È la Russia ragazzi, Vittorio D., Francesco Nuti e vengo da lontano.

Felice Farina – Ha debuttato come regista cinematografico a Venezia negli anni ‘80 con Sembra morto …ma è solo svenuto a cui sono seguiti tra gli altri Condominio, Bidoni, La fisica dell’acqua. Ha prodotto e realizzato diversi documentari e si è occupato di ricerca in campo multimediale e di effetti visivi.

Mario Gianni – Cominciò ad esercitarsi nella camera oscura di un giornale locale all’età di dodici anni. Dopo aver documentato la guerra in Biafra, lavorato per Reporter e Mixer, si è specializzato nel realizzare documentari per il mercato internazionale nei più remoti angoli della terra, interessandosi di minoranze etniche e culture in via di sparizione.

Wilma Labate – Esordisce nell’‘89 con il mediometraggio Ciro il piccolo a cui seguono i lungometraggi Ambrogio, La mia generazione, Domenica. Nel 2008 gira Signorina Effe e firma la sceneggiatura de La pecora nera di Ascanio Celestini. Ha realizzato documentari, tra cui Genova per noi, Maledettamia e Lettera dalla Palestina.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Annarosa Morri – Ha scritto e condotto programmi per la radio. Ha realizzato documentari sul cinema, tra cui Gillo Pontecorvo e la dittatura della verità, Musica per il cinema, Marcello, una vita dolce, Settanta volte set, Marco Ferreri, il regista che venne dal futuro, Gillo: le donne i cavalier l’armi e gli amori, Vittorio D.

Scheda del documentario

Regia Mario Canale, Felice Farina, Mario Gianni, Wilma Labate, Annarosa Morri

Montaggio Adalberto Gianuario e Cecilia Belletti

Musiche concesse da Nicola Piovani

Immagini Adalberto Gianuario, Mario Gianni, Felice Farina, Daniel Mularoni, Mario Canale

Montaggio del suono Marcos Molina

Missaggio del suono Rec&Play

Postproduzione e grafica Adalberto Gianuario

Color correction Adalberto Gianuario

On line e masterizzazione Davide Maggi

Ricerche iconografiche Rosellina D’Errico

Materiali d’archivio Rai Teche, Archivio Casa del Cinema,

Archivio Storico Luce, Archivio Orme

Estratti Mario Monicelli da Il Club di CineClassics per gentile concessione di RIPLEY’S FILM Srl

 

Prodotto da Orme Sas e Nina film Srl

In collaborazione con Rai Cinema – Cinecittà Luce – Surf Film

 

Distribuito da ISTITUTO LUCE-CINECITTÀ

 

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI