PESCARA: ERRI DE LUCA PER LA CHIUSURA
18 novembre 2012
Redazione (4050 articles)
Share

PESCARA: ERRI DE LUCA PER LA CHIUSURA

Erri De Luca – Foto: Ufficio Stampa Mente Locale

Ultima, grande giornata per il decimo Festival delle Letterature dell’Adriatico oggi domenica 18 novembre 2012 a Pescara vecchia. Ultima occasione per confrontarsi e crescere culturalmente con scrittori, giornalisti, saggisti e fumettisti, negli incontri gratuiti organizzati nell’auditorium Petruzzi e nel Circolo Aternino e presso la casa natale di Gabriele d’Annunzio.

Nell’auditorium Petruzzi alle 16.00 il giornalista Luca Sofri parlerà con il disegnatore Marco Dambrosio, in arte Makkox, di un anno di governo Monti, così come l’autore di fumetti e grafica satirica lo ha raccontato sul quotidiano online Il Post e raccolto nell’appena pubblicato “The full Monti” (Rizzoli Lizard, 2012). Alle 17.00 l’autrice Paola Maugeri, voce di Virgin radio, presenterà “La mia vita a impatto zero” (Mondadori): una serie di consigli su come ridurre sprechi e il proprio impatto ambientale persino in una città caotica come Milano.

Alle 18.00 la conversazione tra il giornalista Luca Sofri e i politologi Sofia Ventura e Marco Simoni sulle prospettive di ricambio nella politica chiuderà la sezione di successo “Un grande paese”, curata dal direttore de Il Post. Sofia Ventura è docente universitaria e ha pubblicato nel 2012 “Il racconto del capo. Berlusconi e Sarkozy” (Laterza); Marco Simoni insegna, a Londra, alla London School of Economics, e nel 2012 ha pubblicato “Senza alibi. Perché il capitalismo italiano non cresce più” (Marsilio).

Alle 19.00 lo scrittore, poeta e traduttore Erri De Luca parlerà del testo teatrale “La doppia vita dei numeri” e incontrerà il pubblico nella formula inusuale del “100 domande ad Erri De Luca”, raccolte via web tramite il sito del Festival delle Letterature. Erri De Luca è nato a Napoli nel 1950 in una famiglia della media-borghesia. A diciotto anni, nel 1968, si trova a Roma. È a partire da quest’epoca che abbraccia l’azione politica, respingendo la carriera diplomatica alla quale era avviato. Negli anni ’70 è dirigente attivo in seno al movimento d’estrema sinistra Lotta Continua. Sarà in seguito operaio qualificato alla FIAT, magazziniere all’aeroporto di Catania, camionista, poi muratore, e come tale lavorerà in diversi cantieri francesi, africani o italiani. Benché non avesse smesso di scrivere dall’età di vent’anni, il suo primo libro, “Non ora, non qui”, è pubblicato in Italia soltanto nel 1989. Ha praticamente quarant’anni al momento di questa prima pubblicazione e continua a lavorare nell’edilizia. Durante la guerra nella ex Iugoslavia, è conducente di convogli umanitari a destinazione della popolazione bosniaca. Ha imparato numerose lingue da autodidatta, tra cui lo yiddish e l’ebraico per tradurre la Bibbia, alla quale dedica ogni giorno un’ora di lettura, anche se si dichiara non credente.

Simona Molinari – Foto: Ufficio Stampa Mente Locale

Nella sala 1 del Circolo Aternino, per la sezione “Giovani e lavoro” curata dalla CGIL Pescara, alle 16.00 Antonio Loconte presenterà “Senza paracadute” (Adda editore), sulle condizioni dei giornalisti precari, e alle 17.00 Francesco Targhetta parlerà del mood precario di un’intera generazione nel romanzo in versi “Perciò veniamo bene nelle fotografie” (Isbn Edizioni). Alle 18.00 ultimo appuntamento con la sezione “La cultura e le città”: Carlo Donolo, professore ordinario di sociologia economica nella Facoltà di Scienze statistiche dell’Università di Roma, parlerà di “I saperi e la città: nessi e connessioni”. Alle 19.00 Ilaria Mavilla, autrice di teatro e di cinema, presenterà la sua prima opera narrativa, vincitrice del concorso nazionale Ilmioesordio 2011: “Miradar” (Feltrinelli). Seguirà l’ultimo aperitivo letterario del Festival, offerto dal partner Citra Vini.

Nella sala 2 del Circolo Aternino si svolgerà alle 16.00 “Senzaviolenza”, un progetto di sensibilizzazione e prevenzione sulla violenza alle donne fortemente voluto dall’associazione di promozione sociale “Donn.è”. Per la sezione “Abruzzo L.O.C.” (Letteratura di Origine controllata) alle 17.00 la giovane umanista Federica D’Amato presenterà la sua ultima raccolta di poesie “Poesie a Comitò” (Noubs edizioni); alle 18.00 Sabatino Ciocca presenterà il libro “Storia di lettere. Alla scoperta di carte e carteggi più o meno celebri”, che ha ricevuto il premio speciale della giuria alla X edizione del “Cesare De Lollis”; e alle 19.00 la community abruzzese di manager e professionisti Plan People proporrà “Plan People in giallo: creatività e disciplina”: un dibattito sulla scrittura di un thriller e lo start up di una realtà imprenditoriale.

Concluderà il X Festival delle Letterature dell’Adriatico la cerimonia di consegna del Premio “Parole e musica – Torri Camuzzi 2012”, assegnato dall’associazione Mente Locale, organizzatrice del Festival, e dalla Progeco Srl, ideatrice delle Torri Camuzzi, alla giovane Simona Molinari, una delle voci più belle del jazz e del pop d’autore italiani. La cantante napoletana, di adozione aquilana, ritirerà il premio questa sera alle 21 presso il cinema Massimo di Pescara. Per l’occasione si esibirà nella tappa pescarese del suo “Sola me ne vo per la città tour”, organizzata in co-produzione con l’agenzia “Events 365 pro&motion” di Francavilla al mare.

Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.