Napoli, apre la galleria Pietro Renna arte contemporanea

Altoforno - Alessandro Papetti
Altoforno – Alessandro Papetti

Pietro Renna Arte Contemporanea è il nome della nuovissima galleria d’arte inaugurata ieri sera in Via Nuova Pizzofalcone alle spalle della famosa Piazza Plebiscito a Napoli. Proprio nel fulcro più antico della città, lo spazio espositivo si propone come fucina di avanguardie e arti figurative contemporanee. La galleria “Prac” sarà guidata dall’architetto Pietro Renna e, in collaborazione con la galleria Forni di Bologna, sarà il punto di riferimento per tutti gli eventi finalizzati alla divulgazione dell’arte.  Tantissime persone sono accorse all’inaugurazione:  curiosi, amici, appassionati e addetti ai lavori hanno potuto apprezzare una selezione di dipinti e sculture sia di artisti italiani che stranieri come: Roberto Barni, Giuseppe Bergomi, Girolami Ciulla, Gianluca Corona, Carlo Ferrari, Giovanni Frangi, Quentin Garel, Thos Gillespie, Loris Liberatori, Claudio Locatelli, Nicola Nannini, Tommaso Ottieri, Alessandro Papetti, Piero Pizzicannella, Alejandro Quincoces, Amone Sambuy, Doriano Scazzosi, Giorgio Tonelli e Sergio Zanni.

IMG_10042013_193708L’evento inaugurale ha visto la concreta partecipazione della cucina nomade di Datè che, con le frequenti incursioni del suo staff, ha reso la serata molto particolare: performance in bilico tra design, lettura e cibo hanno coinvolto gli ospiti della galleria. Dodici persone sono state scelte, a sorpresa, tra i centinaia di ospiti presenti,  sono stati invitati a sedersi ad un tavolo allestito in maniera estemporanea in un luogo sempre diverso della galleria per godere delle prelibatezze preparate nella cucina della Prac dagli chef  Tato e Germana Calì e da Carlo Olivari. Tra le poltrone di Daniele della Porta dello studio di progettazione artigianale Puntolargo, le lampade di SuDesign di Andrea Jandoli e Paola Pisapia e una tavola apparecchiata con stoviglie e portafiori di Bhumi ceramica, i fortunati prescelti hanno beneficiato non solo di esclusive portate ma anche dei brani recitati da Marialuisa Firpo e delle originali scritte di Gabriella Grizzuti.  Un’esperienz

a multisensoriale che ha sorpreso e divertito i presenti e che sicuramente sarà solo l’inizio della lunga serie di attività creative che saranno intraprese dalla Prac.

Foto di Errico Sarmientos:

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Raffaella Sbrescia

Raffaella Sbrescia
Raffaella Sbrescia è una giornalista iscritta all'ordine dei Giornalisti della Campania dal 2010 e blogger per il blog musicale "Ritratti di note". Dopo la laurea triennale in Lingue, culture e letterature dell'Europa e delle Americhe ha conseguito la laurea magistrale in Lingue e Comunicazione Interculturale in Area Euromediterranea presso l'Università degli Studi di Napoli l'Orientale con il massimo dei voti. Da sempre interessata al mondo della musica, dell'antropologia, dei viaggi e della letteratura, per Cultura & Culture è responsabile della sezione eventi e spettacoli.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI