DARIO BALLANTINI PER LA MOSTRA CENTRO/PERIFERIA
18 novembre 2012
Redazione (4056 articles)
Share

DARIO BALLANTINI PER LA MOSTRA CENTRO/PERIFERIA

Dario Ballantini – Troppo

Sono quattro gli artisti vincitori della V edizione di Centro/Periferia, il concorso internazionale ideato e promosso da Federculture, con il sostegno di Acea, per scoprire e promuovere giovani artisti di età non superiore ai 35 anni. Straordinario padrino di questa edizione del concorso sarà l’attore e pittore Dario Ballantini, che interverrà alla cerimonia inaugurale il 20 novembre alle ore 18.30 presso lo Spazio Fontana del Palazzo delle Esposizioni di Roma, dove presenterà anche la sua opera “Troppo”, proveniente da collezione privata.

Pur essendo noto a tutti come icona di “Striscia la notizia”, per le sue indimenticabili trasformazioni in personaggi come Valentino, Gianni Morandi, Vasco Rossi e tanti altri, è un brillante e apprezzato pittore che ha già esposto le sue opere presso importanti Gallerie ed eventi d’arte. Figlio d’arte, Dario Ballantini si diploma nel 1984 conseguendo la maturità artistica ed inizia ad esporre le sue opere in Toscana già dal 1985 alternando la carriera di pittore con quella di trasformista per circa 10 anni. Nel 2001 l’incontro con Achille Bonito Oliva rende più incisivo il suo interesse per la pittura e realizza una mostra presso la Galleria Ghelfi di Verona curata da Giancarlo Vigorelli, in seguito anche a Genova e Milano. Nel 2005 una sua opera sarà riprodotta in porcellana per la premiazione dei Telegatti. Nel 2007 riceve da Bonito Oliva il premio “A.B.O.” d’Argento per la pittura, realizza le scenografie per il Tour di Ivano Fossati “L’Arcangelo” e viene pubblicata dalla Silvana Editoriale la sua prima monografia “In Arte Dario Ballantini” 1980-2006. Tra le importanti mostre successive figurano la Galleria del Palazzo Coveri di Firenze, Castel dell’Ovo di Napoli, la Galleria De L’Europe di Parigi, Castello di Saint Rhémy-es Bosses in Valle D’Aosta, EX Chiesa Anglicana di Alassio, Galleria San Carlo di Milano, La Telaccia di Torino. Nell’ottobre 2009 alla Triennale Bovisa di Milano si è svolta la mostra multimediale con eventi collaterali “IDENTITA’ ARTEFATTE” in cui Ballantini ha congiunto le due attività venticinquennali con gli interventi di Antonio Ricci, Enrico Mentana, Lucio Dalla, Enrico Ruggeri, Mario La vezzi e Remo Girone. Realizza il logo del programma di Radio Due Rai OTTOVOLANTE nel 2011 e nello stesso anno partecipa a Milano e a Torino alla 54’ Esposizione Internazionale d’Arte curata da Vittorio Sgarbi, nel 2012 a Londra “Fake Identities” presso la Fiumano Fine Art Gallery.

Durante la cerimonia di premiazione di Centro/Periferia, Dario Ballantini, insieme ad altre personalità del mondo della cultura, consegnerà un premio ai quattro artisti vittoriosi,  scelti tra 28 finalisti su oltre 500 candidature pervenute.

Il Comitato Scientifico – Pio Baldi, Marco Bazzini, Silvia Evangelisti, Matteo Lafranconi, Ivan Novelli, Michelangelo Pistoletto, Ludovico Pratesi,  Luigi Ratclif, Oliviero Toscani, Maurizio Vanni – ha scelto due opere fotografiche:
–       Simulatory city (city landscape) dell’artista russo ANDREY ABRAMOV, promosso dal Consolato Onorario della Federazione Russa nelle Marche;
–       La mia Casa (Alessandra) dell’artista RORI PALAZZO, promossa dal Centro d’Arte Piana dei Colli – Comune di Palermo.

La Giuria Popolare, composta dal pubblico accorso a visitare la mostra dei 28 finalisti che si è svolta lo scorso giugno presso il Tempio di Adriano, ha invece optato per:
–       Pot Pourri, l’opera fotografica di TANIA BRASSESCO & LAZLO PASSI NORBERTO, duo artistico promosso dalla Regione Veneto;
–       Fora da fila, il dipinto dell’artista brasiliano IAN GUPER, promosso dall’Ambasciata del Brasile.

La mostra dei vincitori di Centro/Periferia, composta da un totale di oltre 50 opere d’arte, sarà visitabile gratuitamente dal 20 al 25 novembre presso lo Spazio Fontana del Palazzo delle Esposizioni.

Descrizione delle opere vincitrici dell’edizione 2012

Tania Brassesco & Lazlo Passi Norberto
POT POURRI (remake of “Pot Pourri”, Herbert James Draper – 1897)

 

L’opera fotografica “POT POURRI” fa parte della serie “The Essence of Decadence” di Tania Brassesco & Lazlo Passi Norberto che realizzano opere legate al mondo della Staged Photography: dall’interpretazione dei personaggi, confezione degli abiti, acconciature e costruzioni integrali delle scenografie, agli scatti elaborati nei minimi particolari, studio della luce e post-produzione. Anno: 2010
Tecnica/materiale: Fotografia digitale, Stampa Lambda con plastificazione opaca di protezione montate su pannello di Gatorfoam
Misure: 127 x 95 cm

Ian Guper – Brasile

FORA DA FILA

 

Il dipinto raffigura una donna sul limite di una grande massa di persone che si allunga orizzontalmente sul piano. Coprono completamente l’orizzonte. Rappresenta la tensione tra l’orizzontalità della massa e la verticalità della figura sola, usando una certa rigidità nella composizione.Anno: 2011
Tecnica/materiale: olio su tela

 

Andrey Abramov – Russia
SIMULATORY CITY (city landscape)

 

Simulators è uno speciale spazio di finzione creato dal fotografo. È un modo per guardare l’immagine della nostra coscienza. È una ricerca giornaliera del modo di reagire alle percezioni. È una poesia visiva in se stessa. Offre allo spettatore un puzzle culturale, ogni foto contiene due storie. All’inizio vediamo le cose ovvie e i soggetti delle foto, poi, ad uno studio più accurato, l’immagine inizia a cambiare.Anno: 2011
Tecnica: Digital print
Misure: variabili da 30-40 cm a 50-70 cm ciascuna

Rori Palazzo
LA MIA CASA (ALESSANDRA)

 

La mia casa è uno dei tre lavori che compongono la serie Dream, in cui l’artista, partendo dall’ascolto del sogno, immagina le fotografie per creare una visione onirica ibrida. Sono immagini ossimoriche specchio di un precario ed elegante equilibrio di elementi contrastanti.Anno: 2011
Tecnica/materiale: stampa fotografica su carta baritata
Misure: 140×80 cm

Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.