Trasparenza e legalità: Firenze premia Francesco Pira

Francesco La Pira

Pubblica amministrazione, trasparenza, buon andamento, correttezza, giustizia e legalità. Sono tutti valori che l’attuale governo vuole ripristinare, dopo anni bui e anomali che il nostro Paese ha conosciuto e durante i quali questi stessi valori si sono persi per strada. Questo è quanto espresso da un noto saggio del professor Francesco Pira, intitolato “Legalità e Pubblica Amministrazione: più trasparenza grazie alle nuove tecnologie”. Firenze si prepara a dare, il prossimo 26 maggio, un nuovo riconoscimento a chi, con il suo lavoro di sociologo e giornalista, si batte affinché certi principi morali e valori siano sempre presenti. Il professor Francesco Pira, ordinario di comunicazione e relazioni pubbliche presso l’Università degli studi di Udine sarà premiato in occasione della manifestazione Terra Futura che si terrà presso la stazione Leopolda della città gigliata dal 25 al 27 maggio 2012. Presenti per l’occasione il Presidente Nazionale delle Acli, Andrea Oliviero, Federico Barni, Presidente Regionale delle Acli Toscane, Enrico Fiori, Presidente della Giuria del Premio Letterario, Vanna Van Straten,  Dirigente di Libera, Antonella Manzione, Comandante della Polizia Municipale di Firenze e Andrea Jengo, Direttore della sede Rai per la Toscana. E’ l’ennesimo riconoscimento dopo l’onorificenza ricevuta dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che l’ha nominato Cavaliere dell’ordine al merito della Repubblica italiana. Gli altri premi che Pira ha ricevuto sono: “Master per la  Comunicazione”, “Euromediterraneo”, “Oscar del Web”,  “Fidas-Amico per la comunicazione”, “Penne-Pulite ” e  Athena-Aurea”. Il Professore non ha nascosto la sua soddisfazione per un altro riconoscimento, espressione d’intenso lavoro, impegno e devozione che un uomo sfoggia quotidianamente per rincorrere, nell’arco della vita, ideali ben precisi per poi insegnarli e farli conoscere, anche all’uomo della strada, con lo scopo che siano seguiti come precetti sui quali basare la propria esistenza. “Non posso che ringraziare tutti i promotori del Premio Letterario per questo riconoscimento su un tema a me molto caro.  E poi ritirarlo in una città dove ho vissuto e lavorato per tanti anni come Firenze, capoluogo di una regione che fa della solidarietà e della cultura della legalità due punti fermi è una soddisfazione doppia. Dedico questo premio a tutte le persone che si sono battute o si battono per consolidare la cultura della legalità”. Pira farà conoscere il suo lavoro, dedito per buona parte alla legalità, nel corso di un seminario che si terrà a Comiso, nel ragusano. La sua Sicilia, terra natale, lo accoglierà a braccia aperte e a ospitarlo sarà l’istituto Luigi Pirandello, dove Pira terrà una lezione sulla sicurezza nel web, altro tema scottante. Il saggio tanto riuscito del Prof. Pira indica a chiare lettere come il nostro paese, in preda ad una crisi economica e a un’instabilità senza precedenti, la legalità aiuti e non poco a uscire dai problemi.

Marco Chinicò

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Marco Chinicò

Marco Chinicò
Marco Chinicò è il corrispondente da Roma per Cultura e Culture. Si occupa prevalentemente di eventi nella capitale. Ma non solo...

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI