Mr Cobbler e la bottega magica: trailer, trama, recensione

Mr Cobbler e la bottega magica è un film sui buoni sentimenti, sui valori dimenticati, su quell’insana follia che dopotutto ci rende un po’ artefici del nostro destino. L’artigianato è protagonista indiscusso di questa pellicola, dal retrogusto dolciastro, tra il fantasy e il drammatico con una spiccata comicità che rievoca per certi versi I sogni segreti di Walter Mitty (2013), perché anche qui c’è un uomo che ha messo da parte la creatività per condurre un’esistenza priva di emozioni. Adam Sandler, dopo diverse commedie, alcune demenziali, dà le sembianze a un personaggio diverso, più equilibrato, meno scanzonato, un uomo che deve trovare le risorse dentro di sé per rialzarsi e vivere così un’esistenza piena. Max Simkin è, infatti, un calzolaio che rinnega le proprie radici, tanto da abiurare completamente l’attività di famiglia gestita con poca passione, perché – dice – l’esercizio commerciale non è suo bensì del padre scomparso anni prima e impersonato da un sempre carismatico Dustin Hoffman.

mr-cobbler-e-la-bottega-magixa-trailer-trama-recensione 2

Mr Cobbler e la bottega magica è un film ben calibrato che riflette sulle infinite possibilità della vita ma è anche una pellicola sull’eredità di famiglia e sulle responsabilità individuali in una società sempre più violenta; solo tra le pareti domestiche si creano individui con sani principi, pronti a migliorare l’ambiente in cui vivono e a lasciare ai posteri un patrimonio etico d’inestimabile valore. Le cose si usurano, però la capacità di immedesimarsi nei panni altrui è insita in poche persone e proprio per questo va tramandata. Negli scantinati della bottega di Simkin c’è una vecchia macchina per cucire e, quando la nuova si rompe, il protagonista è costretto a usarla; grande è il suo stupore nell’accorgersi che indossando le scarpe dei suoi clienti assume le sembianze di questi ultimi.

Il personaggio principale esce dalla depressione e comincia a “sperimentare” fino a quando qualcosa d’inaspettato accade. Tra vicende rocambolesche e magiche, Mr Cobbler e la bottega magica possiede l’afflato necessario per essere definito un buon film. Convincente la regia di Thomas McCarthy, ben scritta la sceneggiatura, ottime le interpretazioni dei personaggi minori, forse si sarebbe potuto osare un po’ di più ma nel complesso il lungometraggio è ben strutturato nonostante qualche punto morto. Adam Sandler non è certo l’erede di Robin Williams ma è ugualmente in parte, ci spiazza più volte e ci regala una performance di alto spessore, con la faccia un po’ depressa e quel finto sorriso tra i denti sempre serrati. Da non perdere! Di seguito il trailer e un’immagine.

 

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI