Mino Reitano, Reggio Calabria gli rende omaggio

Mino Reitano

 

La sua storia di artista e di uomo è un autentico romanzo. Mino Reitano era un personaggio vero, uno di quelli che sicuramente oggi manca nel panorama musicale italiano. Il 27 gennaio del 2009 quell’uomo che aveva lasciato la sua amata terra tanti anni prima in cerca di fortuna, è partito per il suo ultimo viaggio. Dopo la scomparsa di uno degli esponenti più amati della musica di casa nostra, diverse sono state le iniziative di ogni tipo per ricordarlo. Trasmissioni televisive nazionali, francobolli, cartoline, intitolazione di nuove strade e piazze, associazioni, circoli e gruppi spontanei con migliaia di aderenti in tutto il mondo. Tra i sodalizi più attivi, l’Associazione Franco e Mino Reitano Onlus che conta circa settemila iscritti tra Italia ed estero, e che tra gli obiettivi principali si propone di ricordare la figura del cantante calabrese e di suo fratello Franco (autore di molte canzoni) ma anche di raccogliere fondi attraverso varie iniziative per poi aiutare i numerosi bambini ricoverati nei reparti di oncologia degli ospedali italiani. «Fare beneficienza ai più piccoli e ai meno fortunati, è stata la strada intrapresa da mio fratello Mino – ha precisato Mimmo Reitano referente del sodalizio – ed è questo il cammino che vogliamo continuare a percorrere». E proprio per celebrare il cantante calabrese, venerdì 7 agosto a Villa San Giovanni, in località Piale, proprio nella sua terra, si svolgerà il primo raduno nazionale dell’Associazione. All’iniziativa hanno assicurato la loro presenza diversi artisti ed amici di Mino Reitano tra cui il cantante Umberto Napolitano ed il manager Dino Vitola, già produttore di diversi big della musica italiana tra cui Vasco Rossi, Laura Pausini e Patty Pravo. Un ricordo particolare di Mino Reitano, sicuramente quello più atteso, arriverà dalla figlia Grazia, ospite d’onore della serata. Il primo raduno nazionale dell’Associazione Fedelissimi Franco e Mino Reitano sarà condotto dal giornalista reggino Emilio Buttaro, da anni collaboratore di “Cultura & Culture”.

Mino Reitano con Emilio Buttaro
Mino Reitano con Emilio Buttaro

«Sarà per me un onore presentare questa iniziativa – ha spiegato il collega Emilio – dedicata ad un personaggio rimasto sempre autentico, vero malgrado il successo ottenuto in tutto il mondo. Era diventato nel tempo la voce della Calabria, dell’Italia ma anche dell’emigrazione. Nella sua carriera ha avuto delle soddisfazioni straordinarie e non mi riferisco solo a ‘Canzonissima’ a Sanremo, a Castrocaro, al Cantagiro, al primo posto in hit parade, ma anche all’incontro con Frank Sinatra nel 1977 o al fatto di aver condiviso ad inizio carriera lo stesso palco di un gruppo di ragazzi che poi sarebbero diventati i Beatles. Ho avuto il piacere di intervistarlo diverse volte ed in tutte le occasioni è sempre stato di una gentilezza straordinaria, di una spontaneità disarmante».  L’attesa serata del 7 agosto durante la quale saranno riproposti i suoi più importanti successi da “Avevo un cuore che ti amava tanto” a “Una ragione di più”, da “Una chitarra cento illusioni” a “Italia”, si svolgerà in un noto locale (Ristorante Panorama) sito a Piale di Villa San Giovanni a pochissimi chilometri da Reggio Calabria, la sua città.

Marco Roversi

Commenti

commenti

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Autore dell'articolo: Marco Roversi

Marco Roversi
Marco Roversi è uno pseudonimo. Su Cultura e Culture si occupa di politica, di spettacoli, di cultura.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI