Oscar 2016: i film e gli attori vincitori

Oscar 2016, ecco i vincitori 
Oscar 2016, finalmente sono stati svelati i nomi dei film e degli attori vincitori degli 88esimi Academy Awards. La cerimonia di premiazione, svoltasi come sempre al Dolby Theatre di Los Angeles, è stata condotta da Chris Rock che in smoking chiaro ha aperto l’evento cinematografico più prestigioso dell’anno con una polemica sottile e sarcastica parlando appunto della mancanza di nominations per attori neri che, ha detto, sono ancora discriminati. «Così come ci sono le categorie di genere, dovrebbe essere aperta una sezione per gli attori di colore», ha polemizzato calcando la mano più volte, sicuramente per sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema così importante e attuale. Come ha fatto del resto il cast, il regista e la produzione de Il caso Spotlight, che ha ottenuto la statuetta per il Miglior Film. Sul palco si è fatto un breve ma incisivo appello a Papa Francesco, affinché «protegga i bambini». La pellicola, diretta da Tom McCarthy, racconta infatti degli abusi su minori da parte di oltre settanta preti della diocesi di Boston, venuti alla luce grazie a una straordinaria inchiesta del Globe, dalla quale si è scoperto che la pedofilia nella Chiesa Cattolica è un fenomeno su scala mondiale. Il lungometraggio, uscito in Italia il 18 febbraio scorso, ha ricevuto due statuette (Miglior film e Miglior sceneggiatura originale). Gli Oscar 2016 sono stati anche un’occasione per riflettere sull’ambiente e sulla necessità di attivarsi per proteggere la Terra. «Io non ho dato per scontato questa serata, non diamo per scontato questo pianeta», ha detto Leonardo DiCaprio con estrema convinzione. L’attore ha ricevuto il suo primo Oscar per l’interpretazione in Revenant – Il Redivivo, nel quale veste i panni di Hugh Glass, l’esploratore che dovette affrontare una serie di sfide per superare un rigido inverno e vendicare suo figlio. DiCaprio, che era già stato nominato sei volte ma senza aver riscontro, ha ringraziato il regista Alejandro González Iñárritu per «aver creato un’esperienza trascendentale». Il cineasta messicano, per lo stesso film, ha ricevuto l’Oscar per la Miglior Regia. Revenant – Il Redivivo è stato premiato anche per la miglior fotografia. Sul palco del Dolby Theatre ha ritirato l’ambita statuetta Emmanuel Lubezki, al suo terzo Oscar. Le immagini girate sono intense ed espressionistiche, soprattutto convincono gli straordinari piano-sequenza realizzati a trenta gradi sotto lo zero.

oscar-2016-film-vincitori-attori

Oscar 2016, la vittoria di Ennio Morricone. C’è anche Ettore Scola
Tra gli attori e i film vincitori degli Oscar 2016 spicca il nome di Brie Larson che è stata premiata per la categoria Migliore Attrice Protagonista con Room. La Larson è un’outsider: ha ricevuto l’Oscar alla sua prima nomination, dopo 29 anni da Marlee Matlin che fu premiata con Figli di un Dio Minore, nel 1987, grazie a una magistrale performance. Di tutt’altro genere invece l’interpretazione di Alicia Vikander che riceve l’Oscar come Migliore Attrice Non Protagonista. In The Danish Girl veste i panni della moglie di Lilli, la prima transessuale della storia a tentare un’operazione per cambiare sesso. Nella Notte degli Oscar 2016 non sono certo passati inosservati due pezzi d’Italia. Il nome di Ennio Morricone brilla nella stella del firmamento hollywoodiano. Il maestro si è aggiudicato la statuetta per la miglior colonna sonora scritta per il film di Quentin Tarantino che aveva corteggiato in modo serrato da diversi anni il noto compositore, senza avere esito positivo. La musica di The Hateful Hate scatena un misto di emozioni, facendo crescere il pathos in chi l’ascolta. Morricone aveva ricevuto altre cinque nominations e un premio alla carriera. Il musicista, accompagnato dal figlio, che ha tradotto il suo discorso in italiano, ha ringraziato l’Academy e ha dedicato il premio alla moglie Maria, che gli ha dato sostegno e ispirazione in tutti questi anni. L’altra stella è quella di Ettore Scola che è stato ricordato nell’omaggio annuale a coloro che con la loro arte hanno dato il loro significativo contributo al Cinema e che sono scomparsi nel corso dell’anno precedente.

oscar-2016-vincitori
Il Maestro Ennio Morricone

Oscar 2016, tra i film vincitori trionfa Mad Max Fury Road
Tra i film premiati agli Oscar 2016, a fare incetta di statuette è stato Mad Max Fury Road che ha ricevuto ben sei riconoscimenti: Migliori Costumi (Jenny Beavan); Miglior scenografia (Colin Gibson e Lisa Thompson); Miglior trucco e acconciatura (Lesley Vanderwalt, Elka Wardega e Damian Martin); Migliori montaggio sonoro (Mark Mangini e David White); Miglioro sonoro (Chris Jenkins, Gregg Rudloff e Ben Osmo); Miglior montaggio (Margaret Sexel). L’Oscar per il miglior attore non protagonista è andato invece a un ottimo Mark Rylance, premiato per il film Il Ponte delle Spie. Mentre il miglior film d’animazione è Inside Out, una pellicola educativa che si occupa di emozioni e soprattutto di tristezza. Hanno ritirato il premio Pete Docter e Jonas Rivera. La Pixar con questo cartone si è aggiudicata in tutta la sua storia ben otto statuette, erano tre anni che non riceveva un Oscar. Tra i vincitori dei miglior film stranieri c’è un titolo ungherese, si tratta de Il Figlio di Saul. Ed ecco gli altri vincitori: l’Oscar 2016 per il Miglior cortometraggio documentario è andato a A Girl in The River (Sharmeen Obaid Chinoy); per il miglior documentario a Amy (Asif Kapadia e James Gay Rees); per il miglior cortometraggio a Stutterer (Benjamin Cleary e Serena Armitage); per la miglior canzone a Spectre (Jimmy Napes e Sam Smith); per miglior corto d’animazione a Bear Story (Gabriel Osorio e Prato Escala); per i migliori effetti speciali a Ex Machina (Andrew Whitehurst, Paul Norris, Mark Ardington e Sara Bennet); per la miglior sceneggiatura non originale – si tratta di un testo basato su un racconto o su un libro – a La grande scommessa (Charles Randolph e Adam McKay). Sul palco hanno consegnato ai vincitori la statuetta attori del calibro di Cate Blanchett, candidata per Carol, Emily Blunt, Charlize Theron, Russell Crowe, Ryan Gosling e Morgan Freeman, solo per citarne alcuni. Tutti sicuramente eleganti nei loro outfit curati. Insomma anche la Notte degli Oscar 2016 ha riservato molte sorprese e ha deluso tutti i fan di Rocky Balboa che scalpitavano per assistere alla premiazione di un encomiabile Sylvester Stallone, che in Creed ha vestito ancora una volta i panni del pugile più amato dagli amanti del cinema e non solo. Al prossimo anno, dunque, con i film e gli attori vincitori degli Oscar 2017.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI