Non solo film

50 sfumature di nero: trama del film, trailer, recensione

50 sfumature di nero, film: trama, trailer e recensione – Dell’erotismo di film come 9 settimane e ½ in 50 sfumature di nero è rimasto soltanto il bel volto di Kim Basinger che, nel ruolo di Elena Lincoln, si lascia non solo gettare in faccia dell’ottimo champagne ma si fa addirittura prendere a schiaffi dalla madre adottiva di mister Grey. In questa scena (e non vado oltre per non rivelarvi dettagli che chi ha letto il libro di E. L. James già conosce, poiché la pellicola resta fedele alla sua fonte principale) ho visto una sorta di ribellione, penso inconscia, verso un tipo di erotismo che vede il maschio predominare sulla femmina, in stile 9 settimane e ½. Anastasia, però, non è Elizabeth, che nel finale, risoluta, decide di non voltarsi indietro. La Steele, dopo aver mollato Christian verso la fine del primo lungometraggio, si fa convincere dal miliardario e ricomincia a frequentarlo ma questa volta è lei che detta le regole del gioco.

50-sfumature-di-nero-film-trama-trailer-recensione

Pochi arnesi sadomaso (per fortuna) e molte carezze fanno di 50 sfumature di nero un film che, attraverso un romanticismo spicciolo, parla ancora di possesso, di soldi e di potere. I colpi di scena in una trama  fin troppo scontata sono pochi e, quando ci sono (vedi la breve sequenza dell’aeroplano), non convincono. In verità ancora adesso mi chiedo i motivi di così tanto successo di una saga, che pur avendo dei lati positivi, non solo svilisce la sessualità ma la ridicolizza. La sceneggiatura è in verità priva di una sorta di equilibrio tra le parti: se in Cinquanta sfumature di grigio l’erotismo era solo violenza e volontà di possesso, qui Mr. Grey ha perso di charme trasformandosi nel marito di Barbie. I due attori, Jamie Dornan e Dakota Johnson, sono piuttosto bravi soprattutto perché, nonostante le premesse, riescono a trovare un’intesa che mantiene alta l’attenzione del pubblico.

La macchina da presa di James Foley si muove agile e sinuosa in un ambiente meno asettico e più colorato, rispetto al prequel. 50 sfumature di nero, infatti, eccelle nei costumi (i vestiti di Anastasia sono molto belli come pure la biancheria) e nella scenografia. Accattivanti le musiche. Lo stile minimalista resta intatto mentre le sfumature cambiano in linea con quel che accade nella mente e nel cuore di Christian Grey, il cui passato gradualmente viene allo scoperto. Il giovane miliardario si lascia amare dalla sua fidanzata (così la definisce); la porta pure in barca e a cena dai familiari, tutto in stile soap opera, alla Beautiful per intenderci. L’atmosfera cupa, dunque, è ormai un lontano ricordo. Che cosa accadrà in Cinquanta sfumature di rosso? Come si evolverà il rapporto tra i due innamorati nel terzo film? E Christian Grey si farà ancora affascinare dalle antiche ossessioni? Non ci resta che aspettare! Di seguito il trailer di 50 sfumature di nero e alcune foto del film.

Commenti

commenti

Maria Ianniciello

Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione. Oggi mi dedico come giornalista ai libri e al cinema in Cultura & Culture e sul mio canale YouTube (Marica Movie and Books). Curo la rubrica Bimbi al cinema sul blog Ricomincio da quattro di Adriana Fusè.

Lascia un commento

shares