culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!

In offerta!

Il giornalismo nel Cinema e l’informazione manipolata (ebook)

5.99 3.99

Come possiamo proteggerci dalle fake news? Come tutelarci dall’informazione spazzatura, dai titoli fuorvianti e dal terrorismo mediatico? La risposta arriva dal Cinema che, attraverso alcuni film, ci dice tra le righe che cos’è una vera notizia. Questo ebook risponde alle suddette domande senza pretesa di fornire risposte definitive ma con l’intento di aprire spunti di riflessioni su un settore che sta attraversando una profonda crisi.

 

Notizie sull’autrice

 

Maria Ianniciello è giornalista pubblicista dal 2007. Si è laureta in Lettere (vecchio ordinamento) nel 2005 e si occupa di cultura (libri e cinema in primis) dal 2008, anno in cui ha fondato culturaeculture.it. Ha cominciato a muovere i primi passi nel giornalismo occupandosi per anni di cronaca nera e bianca come cronista in Tv e giornali locali. Ha poi diretto una rivista a vocazione territoriale, XD Magazine. Ha scritto un romanzo giovanile e ha curato un paio di quaderni di interviste a personalità della cultura, come Aldo Masullo. Con culturaeculture.it ha coordinato collaboratori sparsi in diverse località d’Italia e si è occupata di temi anche di grande attualità.

Tag: ,

Descrizione

Quando sono entrata nel mondo dell’informazione ero una ventenne con tante idee e molta voglia di emergere come giornalista.
Ero pronta a scendere in prima linea per poter apprendere tutti i trucchi del mestiere. E così cercai la mia strada e la mia voce, a forza di sacrifici, cocenti disinganni e anche tante soddisfazioni.

Quando poi fondai culturaeculture.it, mi dedicai a ciò che avevo studiato all’Università approfondendo discipline che mi appassionavano, come il Cinema, e coniugandole così con il giornalismo.
Cominciai quindi a scrivere recensioni, dando ampio spazio anche ai libri, e gradualmente riuscii a trasformare la mia passione in lavoro.

Eppure il prezzo da pagare per chi fa giornalismo, soprattutto culturale, non è basso, sia perché il sistema, soprattutto in rete, è altamente competitivo, sia perché la vera Cultura in questo Paese è troppo di nicchia.
Ad ogni modo, nonostante le molteplici soddisfazioni, iniziai ad un certo punto a guardarmi intorno perché certi aspetti del mio lavoro non erano gratificanti. Uno su tutti il modello di business che mi veniva proposto dalle concessionarie di pubblicità, le quali mi chiedevano sempre più visualizzazioni di pagina tanto che a un certo punto, nonostante il mio impegno e quello dei collaboratori, sembrava non bastassero mai! Eppure la crescita c’era. Eccome se c’era per un settore di nicchia come il mio! Insoddisfatta e piena di sensi di colpa, mi sono guardata intorno ed ho interrotto le pubblicazioni a causa di una gastrite nervosa e di tutta una serie di problematiche causate dal lavoro eccessivo.

Così ho fatto altro ma, come spesso sostengo, certi amori fanno dei giri immensi e poi ritornano per darti una seconda chance che io ho colto.

E dunque, nel guardarmi intorno, ho cercato nuovi modelli e strategie, settorializzando culturaeculture.it, che sin dal 2008 era un sito di informazione culturale generalista.
«Ok, il mio lavoro mi piace ma il modello di business è incalzante. Che cosa posso fare per creare qualcosa di alternativo?». Le risposte mi sono arrivate gradualmente e aspetto di averne tante altre.

Nel frattempo non ho più pensato a quanto una recensione o un’intervista rendesse. Mi sono concentrata sui lettori e sulla mia principale vocazione che è quella di diffondere conoscenza e comunicare Cultura.
Questo piccolo e-book è, quindi, il frutto di quell’esperienza, di quell’impegno e della mia perseveranza!

Com’è strutturato? Nella prima parte mi occupo del modello di business dominante nell’informazione, in primis online, spiegando come questo ci condizioni.
Nella seconda parte, che è il cuore di questo e-book, invece vi propongo cinque film sul giornalismo perché il Cinema può essere un grande maestro di vita. Mentre la terza ed ultima parte è stata riservata alle conclusioni e ai consigli. Buona lettura! Maria Ianniciello

Commenti

commenti

culturaeculture non ha banner pubblitari da maggio 2020 (quelli che vedi in qualche articolo sono antecedenti a questa data). Contiamo quindi sul tuo aiuto, per un cultura che pone al centro le persone e non i numeri! Tu non sei un numero. Qui condividiamo conoscenza in modo sostenibile ed etico per chi scrive e per te che leggi. Aiutaci a crescere!