Senza categoria

Emergenza caldo

Piove e ci lamentiamo. Nevica e ci coglie impreparati. C’è il sole e l’afa non va bene.

Certo che noi italiani siamo proprio insopportabili.

Scherzi a parte, è vero, fa caldo. Davvero troppo in questi giorni.  Meglio salvaguardare la nostra salute.

Le immagini dei team leaders di Sant'Egidio
Il team leaders di Sant’ Egidio

Da nord a sud, sono attivi i numeri verdi per fronteggiare i malori. Un esempio tra tutti, la Comunità di San’Egidio a Roma, ha intensificato il monitoraggio e l’assistenza agli anziani nella capitale da parte dei propri operatori.

Stessa cosa a Milano dove i volontari, sono già a lavoro. Sono state quasi settecento le telefonate al numero verde per l’emergenza caldo, questo fine settimana.

Il numero messo a disposizione dal Comune è 800.777.888 per chi resta in città e si trova in difficoltà. Il servizio è a orario continuo h.24 anche il sabato e la domenica.

I consigli utili per bambini, anziani e soggetti a rischio-

  • Non uscire di casa, se non per un’emergenza, durante le ore più calde della giornata (dalle 12:00 alle 16:00).
  • Idratarsi in una giuste dose.
  • Vestire leggeri, con abiti traspiranti.
  • Fare una sana colazione, un pranzo e una cena naturale a base di frutta e verdura.
  • Arieggiare i locali durante le ore più fresche. Tenere infissi e persiane chiuse per creare un ambiente meno caldo.

Con queste condizioni climatiche estreme anche i nostri amici a quattro zampe soffrono molto.

L’allarme parte da Donatella Loni, presidente dell’Ordine dei medici Veterinari di Roma e Provincia

Ecco cosa fare per alleviare il caldo;  (i cani ad esempio non sudano come noi umani)

Aiutiamoli così-

Cani e gatti:

  • Bagnargli la testa con un panno immerso in acqua.
  • Assicurarsi che abbia sempre una ciotola con l’acqua fresca.
  • Non lasciarlo al sole o in macchina o in spiaggia legato.
  • Riempire ciotole con acqua per i randagi di strada.

Uccellini: 

  • Un piattino di plastica pieno d’acqua può salvargli la vita.

Pesci: 

  • Non esporli direttamente al sole.
  • Cambiare spesso l’acqua togliendo le alghe che si depositano sul fondo e negli angoli.

 

close

Commenti

commenti

Per collaborazioni e proposte commerciali contattare: mariaianniciello@culturaeculture.it

Commenta

shares