L’UOMO ROCCOBAROCCO: UN GUERRIERO URBANO
15 gennaio 2013
Redazione (4056 articles)
Share

L’UOMO ROCCOBAROCCO: UN GUERRIERO URBANO

In occasione di Milano Moda Uomo 2013, viene presentata la collezione autunno inverno 2013-2014. Per la sua nuova collezione uomo Rocco Barocco ri-immagina la metropoli come scenario di una mascolinità dinamica, intelligente e dall’ottimismo ad alto voltaggio.

Come ad echeggiare il ruggito vitale di nuovi guerrieri urbani, sottili trame di lurex si intessono su maglie, giacche e cappotti, in una inedita interpretazione contemporanea delle cotte militari medievali.

Su questo statement assertivo Rocco Barocco sviluppa un concetto di moda maschile evoluto, che supera la distinzione tra formale e sportswear, abito quotidiano e d’occasione, lavoro e leisure, giorno e sera. Senza mai perdere il gusto per l’eleganza.

I pezzi che compongono la collezione si mescolano e sovrappongono e creano amalgami cangianti: così i vivaci patterns flamboyant delle camicie o dei foulard si inseriscono in outfit super classici. Jeans e maglie laminate dialogano con disinvoltura con cappotti e giacche di impianto formale, con le cravatte classiche in raso, con le scarpe dal timbro british, con i portacomputer in pregiati pellami.

E per finire con gli smoking il cui tailoring è impreziosito dai revers, in raso come il dettaglio decorativo della gardenia.

Combinazioni inusuali che esprimono sportività e rilassatezza. Il classico devia in espressioni ludiche, come le losanghe colorate su una serie di giacche. I tagli dei capi sono morbidi, i colori pastosi, i tessuti eccellenti, l’heritage è sempre risolutamente Made in Italy.

La creatività per lo stilista è sempre ancorata ad un senso di realtà, deve rivolgersi sempre all’intelligenza e al buon senso, oggi più che mai necessari.

Coerentemente, i protagonisti di questa collezione simboleggiano una visione dell’uomo giovane ma non adolescenziale, consapevole, senza esibizionismi, pose o maniere.

E la scelta dello skyline di Wall Street come scenografia della sfilata suggerisce –con ironia e leggerezza- l’auspicio dello stilista che questo senso della realtà e della misura guidi anche chi ha il mandato di traghettarci verso un futuro migliore.

Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.