Kate Moss si mette in mostra… a Bologna!

©Jurgen Ostarhild, Kate Moss, Camber Sands, South England, 1991
©Jurgen Ostarhild, Kate Moss, Camber Sands, South England, 1991

Kate Moss non è uno dei volti della moda: è la Moda per antonomasia, perché questa eterea e sfuggente creatura – nata il 16 gennaio di quaranta anni fa a Londra, esattamente in un sobborgo della città inglese –  ha dettato e continua a dettare le regole di stile, conquistando le passerelle di tutto il mondo e diventando un’icona per intere generazioni di donne. Kate rappresenta un modo di essere e di concepire la vita.  Selvaggia e trasgressiva, la top model ha affascinato stilisti e fotografi e continua a far parlare di sé non solo per la sua presenza sulle passerelle ma anche perché sa reinventarsi con le sue creazioni e le sue malefatte. Bologna le dedica così una mostra che si apre oggi, 13 marzo 2014, e si chiuderà il 1 maggio. L’esposizione, unica per l’Italia, raccoglie trenta fotografie che raccontano la carriera della celebre top model. In mostra gli scatti di famosi fotografi; tra gli altri figurano nomi come quelli di Satoshi Saikusa, Albert Watson e David Ross.

©JSatoshi Saikusa, Kate I, W Magazine, 1995
©JSatoshi Saikusa, Kate I, W Magazine, 1995

L’evento è organizzato da ONO Arte Contemporanea (la mostra si svolge nella sede di via Santa Marghrita, 10), con il patrocinio del Comune di Bologna e di altri enti e aziende. Il percorso espositivo consentirà al visitatore di ripercorrere la storia recente… e non solo della Moda. Perché? Figlia degli anni Ottanta, Kate Moss si è fatta conoscere e apprezzare agli inizi degli anni Novanta, ponendosi – con i suoi capelli arruffati, i suoi jeans strappati e rattoppati, il suo sguardo aggressivo e un po’ malizioso – come alternativa  a tutto quello che c’era stato in precedenza. Con la sua bellezza che usciva dai canoni tradizionali, lei era il sinonimo di una generazione perduta, ma rappresentava anche una svolta, una ventata di freschezza e di rinnovamento che entrava in contrasto con la pomposità del periodo precendente e con le misure perfette delle altre top model, come per esempio Claudia Schiffer. E mentre in televisione andava in onda Beverly Hills 90210 e alla radio si ascoltavano i Nirvana, sulle passerelle c’era lei: Kate Moss!

La foto di copertina è di Chris Levine, She’s Light (Dots), 2013 ©Courtesy of the artist and The Fine Art Society Contemporary

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI