11 maggio 2012
Maria Ianniciello (1256 articles)
Share

Il Governo che toglie ai poveri per dare ai poveri. Altro “scippo” al Mezzogiorno

E’ a dir poco scandaloso, oltre che indegno per un Paese che dice di essere all’avanguardia, il Piano antipovertà (come è stato definito) del Governo Monti che toglie ai poveri per dare ai poveri. Il piano prevede un miliardo di euro per anziani e bambini, preso dai Fondi UE del  Mezzogiorno. E siamo alle solite! L’Italia ha un’emorragia, sta morendo dissanguata e cosa fa il Governo? Mette un cerotto ma non interviene in maniera decisa direttamente sulla ferita per fermare il sangue. In parole povere, giacché di povertà stiamo parlando, il Governo Monti si limita a fare l’elemosina senza risolvere il problema alla base e guarda caso toglie proprio i soldi al Sud che potrebbe risollevare le sorti di questo Paese allo sbando. Il Mezzogiorno che ha sete e fame di infrastrutture! Ma l’hanno vista Monti e i suoi colleghi la cartina dell’Italia? Il Sud è ben collegato con il Nord, ma scollegato con se stesso. Per arrivare a Bari con l’aereo da Napoli bisogna andare a Roma. Per percorrere tutta la provincia di Avellino si impiegano 6 ore, si arriva prima a Firenze. Assurdo. E cosa fa il Governo? Toglie al Sud per dare alle famiglie povere che sono – dice – ubicate soprattutto al Sud, proprio come si fa con i poveri disgraziati! E poi dà il bonus alle imprese che assumono nel Mezzogiorno per gettare fumo negli occhi dei meridionali che ancora una volta verranno scippati. Le aziende non hanno bisogno di soldi ma di strade e servizi. Se vogliamo risollevare le sorti di questa nazione – che si è fermata agli anni Settanta – dobbiamo modernizzarla partendo dal Meridione. L’elemosina, da che mondo è mondo, non ha mai aiutato nessuno, anzi ha soltanto creato parassitismo e insicurezza in chi la riceveva!

Maria Ianniciello

Maria Ianniciello

Direttore responsabile e coeditrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Presenta spettacoli vari (sfilate e concerti) e modera convegni. Su Cultura & Culture, oltre a occuparsi di libri, attualità e arte, è responsabile della sezione Cinema.

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.