UN CALCIO AL RAZZISMO

© Vitaly Krivosheev – Fotolia.com

Non al razzismo è lo slogan che accompagna la partita di calcio organizzata a Roma, in programma domani, 28 gennaio 2013, alle 10,30. Un’iniziativa per chiedere un impegno concreto alla politica per il rispetto dei diritti civili. L’amichevole – a cui prenderanno parte numerose realtà associative, comitati, singoli cittadini e istituzioni – è stata organizzata dalla Fondazione IntegrA/Azione – in collaborazione con UISP, Legambiente, X Municipio del Comune di Roma, Liberi Nantes e Cooperativa Abitus e S.CO.S.S.E.

Una partita mista, per genere e provenienza dei partecipanti, che verrà giocata presso l’impianto sportivo comunale Fulvio Bernardini. L’iniziativa con lo slogan “NO AL RAZZISMO, NO RACISM, NON AU RACISME” è patrocinata dall’UNHCR, l’Alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite, dalla FGCI, Federazione Italiana Gioco Calcio e dall’UNAR, l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziste e vede l’adesione di numerose realtà della società civile non solo legate al mondo dello Sport.

«Le immagini di Kevin Prince Boateng che abbandona il campo di calcio hanno certamente fatto il giro del mondo – spiega la Fondazione IntegrA/Azione – Il Milan si è ritirato dopo gli insulti di un gruppo di tifosi della Pro Patria al giocatore ghanese. La partita è stata la prima amichevole del 2013. Ma lontano dai riflettori sono quotidiani gli episodi discriminatori ai danni di cittadini stranieri che evidentemente non godono di tutti i diritti. Un segno della debolezza della politica italiana che non ha saputo fare molto in termini di integrazione e rispetto dei diritti civili. Episodi di intolleranza – preme ricordarlo – si sono verificati persino all’interno delle istituzioni. Basti pensare alla vergognosa proposta di un consigliere comunale di Trapani che avrebbe voluto inserire una linea di autobus dedicata a soli migranti per risolvere l’affollamento sui mezzi pubblici che percorrono la tratta dal CARA di Salina Grande al centro città».

Anche Francesco Totti, capitano della Roma, ha lanciato attraverso Twitter un messaggio in occasione della partita contro il razzismo. Mi complimento con voi, ha scritto l’attaccante giallorosso, «dell’iniziativa che state portando avanti contro tutte le forme di razzismo: in questo senso avete tutto il mio sostegno. Certe cose non accadono solo nel mondo dello sport, ma sappiamo bene che il calcio mette davanti agli occhi di tutti comportamenti oltraggiosi e pieni di ignoranza che purtroppo poi si verificano anche nel quotidiano, nella realtà di ogni giorno. Come calciatore e come professionista vorrei che certe cose non si vedessero più sui nostri campi. Ma come uomo e cittadino mi rendo conto che si tratta di una questione più ampia, che riguarda tutta la nostra cultura. Per questo faccio i miei migliori auguri a voi e alle altre associazioni che si battono per l’accoglienza e il rispetto di tutti gli uomini e le donne: la vostra è una partita importante e una battaglia giusta».

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI