24 aprile 2012
Redazione (4056 articles)
Share

Udine, Vicino/Lontano 2012

Ad animare come sempre la manifestazione Vicino/Lontano, che è alla sua ottava edizione e si svolgerà a Udine dal 3 al 6 maggio 2012,  sarà il Premio Tiziano Terzani, la cui premiazione è in programma per sabato 5 maggio. Il vincitore – che sarà premiato dalla moglie del famoso reporter, Angela Terzani – è lo scrittore egiziano ‘Ala al-Aswani per il suo libro “La rivoluzione egiziana”, edito da Feltrinelli. Ma l’evento è anche altro. Sono oltre sessanta gli appuntamenti, confronti, incontri, mostre e spettacoli, che insieme a letture, conferenze, proiezioni e conversazioni “occuperanno” il centro cittadino nel corso di queste quattro giornate, cui si aggiunge un’anteprima la sera del 2 maggio. Giornalisti, scrittori, rappresentanti del mondo scientifico si confronteranno tra loro e con il pubblico su quattro principali aree tematiche: il futuro dell’uomo nell’era delle biotecnologie, il rapporto tra giustizia ed equità nelle moderne società democratiche, la condizione delle giovani generazioni di fronte alla crisi, la cultura della sostenibilità ambientale ed energetica al tempo della globalizzazione. Fra gli oltre cento ospiti che parteciperanno al festival anche attori, musicisti, cineasti, il cui contributo entrerà come sempre di diritto nei contenuti della manifestazione, che anche quest’anno si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica ed è realizzata grazie al fondamentale sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia e del Comune di Udine. Si parte dunque con un’anteprima, quest’anno sul grande schermo, realizzata in collaborazione con il Centro Espressioni Cinematografiche e con il Tavolo della Pace del Comune di Udine. Mercoledì 2 maggio, al Visionario di via Asquini alle ore 20.30, sarà proiettato in prima nazionale il documentario di Dorino Minigutti Oltre il filo, sull’attività, tra il 1942 e il 1943, del campo di concentramento di Gonars.
  Vicino/Lontano 2012 si apre ufficialmente giovedì 3 maggio alle 18.30, davanti alla chiesa di San Francesco. All’inaugurazione seguirà, alle 19.30, un concerto del Polifonico diretto da Fabiana Noro con l’accompagnamento al pianoforte di Ferdinando Mussutto. Lo storico coro, custode della tradizione friulana, eseguirà alcuni pezzi dal suo repertorio tra cui Biele di voi di Rodolfo Kubik e Der Gondelfahrer di Franz Schubert. Dalle ore 20 si entrerà nel vivo del programma con i primi due “confronti”, ad anticipare un fitto cartellone che prevede la partecipazione di personalità della cultura italiana ed europea tra cui Tito Boeri, Chiara Saraceno, Giulio Giorello, Nadia Urbinati, Guy Standing, Gilberto Corbellini, Maurizio Ferraris, Telmo Pievani, Marcello Buiatti, Mike Singleton, Sebastiano Maffettone, Marco Lodoli, Eleonora Voltolina e, in occasione delle Notte Verde del Nordest, cui il Comune di Udine ha aderito, il ministro dell’ambiente Corrado Clini e il collega sloveno Roko Žarnić. Nella Galleria fotografica Tina Modotti sarà allestita la mostra multimediale “Urban Survivors”, che Medici Senza Frontiere ha realizzato in collaborazione con Noor Photo Agency e Darjeeling Productions. Negli scatti di Stanley Greene, Jon Lowenstein, Pep Bonet, Alixandra Fazzina e Francesco Zizola la drammatica testimonianza delle spaventose condizioni di vita nelle baraccopoli di cinque grandi città dove MSF è attiva. Vicino/lontano 2012 si congederà dal suo pubblico, domenica 6 maggio alle 21, con uno spettacolo/progetto, Books Across Balkans, che ha unito per l’occasione l’attrice Aida Talliente, il giornalista e fumettista serbo Alexandar Zograf  e il gruppo friulano degli Arbe Garbe. A vent’anni di distanza dalla distruzione della Biblioteca Nazionale di Sarajevo, eletta a simbolo della brutalità della guerra, l‘arte intende così  rivendicare la parola e portare un segnale di pace e ricostruzione: agli spettatori non sarà richiesto di esibire un biglietto d’ingresso, ma solo di portare con sé un libro da donare alla biblioteca.
Tags Udine
Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.