Shakira, il nuovo album? Una dichiarazione d’amore a Piqué

Shakira e Pique', neogenitoriCon un anno di ritardo rispetto a quanto annunciato e dopo quattro di silenzio musicale, Shakira è tornata protagonista delle classifiche di mezzo mondo con un nuovo album di inediti, uscito di recente per Sony Music e già tra i più venduti in Italia e all’estero. “Shakira”, titolo del disco, è stato definito dai fan della cantante colombiana come il miglior lavoro dell’artista 37enne. Non possiamo che essere d’accordo: il decimo album presenta tracce di alto livello, che spaziano dal rock al pop, dal raggea al country folk, e se la gioca alla pari con un altro precedente lavoro della cantante, “Laundry Service”, emozionante e potente, sensuale e camaleontico allo stesso modo.

“Shakira” è stato realizzato in collaborazione con artisti di fama internazionale come John Hill (Santigold, Jay Z, The Vaccines), Kid Harpoon (Florence + The Machine, Calvin Harris), Steve Mac (Kelly Clarkson, One Direction), Dr. Luke (Kesha, Britney Spears, Avril Lavigne, P!nk, Paris Hilton, Miley Cyrus, Katy Perry, Rihanna), J2; Cirkut & Billboard , Adam Messinger & Nasri , Greg Kurstin (P!nk, Kelly Clarkson, Katy Perry), Dave Clauss , David Rodriguez , Kid Harpoon , busbee (P!nk, Lady Antebellum, Katy Perry); Luis Fernando Ochoa , Battleroy.

ShakiraL’album apre le danze con “Dare (La La La)”, canzone nata mentre la star sudamericana era in attesa del primo figlio, nel 2012, e che soltanto adesso è stata pubblicata. Un pezzo virale, un brano che promette di essere una hit estiva, per scatenarsi in disco o a una festa. “Can’t remember to forget you” è il primo singolo estratto da “Shakira”: un duetto sexy con la collega Rihanna, dal sound raggea-rock e dal coro potente, non coinvolegente e magnetico come “Beautiful Lear”, cantato in coppia con Beyoncé nel 2009.

Splendida la epic ballad “Empire”, secondo singolo in rotazione radiofonica in questi giorni, nel quale la cantante colombiana sembra una vera rock star, in bilico tra amore e desiderio di libertà: “Esci dalla tua pelle E sii coraggioso quando sei libero Scrollati di dosso tutti i tuoi peccati E dalli a me Vicino a me, fammi ritornare da te Voglio essere tua, voglio essere il tuo eroe E il mio cuore batte Come l’impero del mondo unito Siamo vivi E le stelle fanno l’amore con l’universo Sei il mio fuoco incontrollabile”, recita il testo. “You don’t care about me” è invece un pezzo che sembra camminare sulle orme di un brano alla Fiona Apple (ricordate “Every Single Night”? La melodia è la stessa). Nel brano Shakira è in perenne lotta con il suo uomo e lo affronta a muso duro, gettandogli in faccia la verità: “Prima che tu arrivassi tutto era bello. Non è rimasto niente nel mio cuore, nella mia anima. Ma a te non importa di me. E se ti importasse, mi lasceresti andare”.

shakira-2014-album-review“Cut me deep” è la quinta traccia del disco: una ska song eseguita in coppia con il rapper canadese Magic che parla del dolore dell’abbandono, di un ex che ha spezzato il cuore ad una donna, provocando una ferita profonda nella sua anima. C’è anche un po’ di Alanis Morrissette nel nuovo album della bionda colombiana: la rockeggiante “Spotlight” esplode di energia e di passione attraverso i cori, ricordando nel suono e nelle melodie lo stile della collega canadese. La canzone parla della nascita del suo”vero amore” per Gerard Piqué, noto calciatore spagnolo, alla faccia dei media e dei paparazzi che non credevano nel loro rapporto.

Il disco prosegue con “Brocken Record”, seconda ballad eseguita però con chitarra e nuovamente ispirata al suo compagno Piqué, alle lotte superate insieme, ai dubbi inizialmente espressi, alla pressione dei media sulla loro relazione. “Noi staremo insieme fino alla fine dei nostri giorni”, lo rassicura Shakira, ripetendo la frase come un disco rotto. Dolcissima e disarmante.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

“Medicine” è un duetto con Blake Shelton. Una slow jam influenzata da ritmi country, nella quale l’artista descrive l’amore come miglior cura a tutti i mali. “23” è, senza ombra di dubbio, la traccia più intima e personale nella quale racconta, senza segreti né limiti, di quando ha perso la testa per Gerard (nel 2010 il calciatore aveva appena 23 anni, mentre lei 28).

L’album si conclude con tre brani molto diversi tra loro: “The one thing” (sulla scia rock mid-tempo impreziosita da un coro ipnotico); “Nunca me acuerdo de olvidarte” (versione spagnola di “Can’t remember ti forget you”) e “Loca por ti” (“Pazza di te”, ennesima dedica a Mr Piqué, ennesima prova del suo amore infinito).

Silvia Marchetti

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Silvia Marchetti

Silvia Marchetti
Silvia Marchetti, nata a Mirandola (Modena) nel 1981, è giornalista pubblicista e web designer. Laureata in Scienze Politiche presso l’Università di Bologna, si occupa da anni di Cultura e Spettacoli, pubblicando articoli, recensioni e interviste relative al mondo del teatro, del cinema e, in particolare, della musica. Tra le sue passioni, la buona cucina, i concerti, la moda e Milano, città in cui ha deciso di vivere.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI