Senso, amori e colpi di scena al Teatro Gobetti di Torino

Irene Ivaldi © Willy Ivaldi
Irene Ivaldi © Willy Ivaldi

Il Foyer del Teatro Gobetti di Via Rossini a Torino ospiterà, dal 5 al 17 novembre, l’adattamento teatrale della novella di Camillo Boito intitolata “Senso” con la regia di Valter Malosti. Protagonista dello spettacolo, prodotto dal Teatro di Dioniso e dalla Residenza Multidisciplinare di Asti, sarà l’attrice Irene Ivaldi che vestirà i panni di Livia Serpieri, una nobildonna al centro di un’intricata vicenda sentimentale che ha come sfondo l’Italia risorgimentale. “Senso” è un’ opera già nota al grande pubblico grazie alla versione cinematografica del 1954, diretta da Luchino Visconti , e, attraverso questa nuova versione, riveduta e corretta per gli amanti del teatro, offrirà nuovi spunti di riflessione grazie alle forti sfumature intimiste della trama. Un conturbante monologo interiore di Livia, la protagonista dello spettacolo, lascerà che la mente possa immergersi in un abisso intriso di nero umorismo. Ad arricchire il tutto, la voluttuosa bellezza di Venezia, la città in cui è ambientata la storia,  e un eccitante vortice passionale che condurrà Livia alla perdizione esistenziale senza esclusione di colpi.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Raffaella Sbrescia

Raffaella Sbrescia
Raffaella Sbrescia è una giornalista iscritta all'ordine dei Giornalisti della Campania dal 2010 e blogger per il blog musicale "Ritratti di note". Dopo la laurea triennale in Lingue, culture e letterature dell'Europa e delle Americhe ha conseguito la laurea magistrale in Lingue e Comunicazione Interculturale in Area Euromediterranea presso l'Università degli Studi di Napoli l'Orientale con il massimo dei voti. Da sempre interessata al mondo della musica, dell'antropologia, dei viaggi e della letteratura, per Cultura & Culture è responsabile della sezione eventi e spettacoli.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI