ROSSELLA BRESCIA: «IL GIFFONI SIA UN’OPPORTUNITÀ PER I GIOVANI»

Rossella Brescia

Dopo l’ospite internazionale, al Giffoni arrivano le star made in Italy. Rossella Brescia, che si divide tra danza, tv e radio, racconta il suo Festival: «È un evento bellissimo, spero che possa dare tante possibilità a questi giovani. Nella vita bisogna fare meno parole e più fatti, investire sui giovani come ha fatto la mia produzione puntando su Niccolò Noto. L’esperienza del Giffoni è fantastica, mi mette tanta allegria vedere tanti bambini e ragazzi appassionati di cinema. La radio è la mia seconda casa, non hai bisogno di truccarti, puoi essere te stesso. I media sono molto importanti, hanno un ruolo fondamentale nell’educazione che ricevono i ragazzi ed è importante offrire contenuti di qualità. Televesione è intrattenimento ma non tutti i programmi vanno bene per i bambini. La felicità. Quando si è sereni si è già felici, non si può chiedere altro».

Il coreografo Luciano Cannito ha parlato di cinema e teatro e ha dato un consiglio ai giovani del Giffoni : «Per fare una bella carriera nel mondo dello spettacolo non bisona coraggiarsi mai, non sono registi e produttori a scegliere voi, siete voi che vi fate scegliere con la vostra passione e il vostro entusiasmo. La danza è un’arte che racconta solo attraverso le immagini, il ruolo del coreografo si sta evolendo. Siamo qui anche per uno spettacolo teatrale tratto dal capolavoro di Fellini, Amarcord, con Rossella Brescia e Niccolò Noto, una delle giovani star della danza. Felicità è serenità, vivere con piacere le cose che si hanno».

Piera Vincenti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Piera Vincenti

Piera Vincenti è giornalista e copywriter. Si occupa di comunicazione aziendale e pubblica e collabora alla realizzazione di siti web. Laureata in Sociologia, ha conseguito la laurea specialistica nel 2010 dopo aver ottenuto la laurea triennale in Scienze della Comunicazione.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI