ROMEO E GIULIETTA IN SCENA A ROMA

©Guido Vrola

Da venerdì  1 a domenica 10 febbraio 2013, “Romeo e Giulietta” di William Shakespeare andrà in scena al al Teatro Parioli Peppino De Filippo.

La regia sarà di Giuseppe Marini. Protagonisti del dramma amoroso più famoso della storia della letteratura saranno invece Giovanni Anzaldo (Romeo), Gloria Gulino (Giulietta), Fabio Bussotti (Frate Lorenzo), Mauro Conte (Mercuzio), Riccardo Francia (Benvolio/Baldassarre), Fabio Fusco (Principe della Scala/Pietro), Michele Lisi (Paride/Tebaldo), Serena Mattace Raso (Balia), Simone Pieroni (Capuleti) e Nicolò Scarparo (Montecchi/Frate Giovanni).

“Romeo e Giulietta” è uno dei pochi lavori teatrali capaci di riportare in scena solo la più alta e suprema indagine poetica, insieme a una profonda meditazione sulle insidie del linguaggio non sempre capace di contenere e rappresentare il reale.

Lavorare a questo capolavoro shakespeariano vuol dire mettersi in discussione. Significa decidere di parlare di una passione che muore della propria irriducibilità, del proprio “troppo”. Romeo e Giulietta racconta di un amore “nato sotto cattiva stella” che, al suo primo apparire, incontra e copula con l’ombra della morte, perché soltanto la morte e la tragedia attendono e ispirano una passione talmente pura e assoluta da non sospettare neppure la possibilità del calcolo, del compromesso e della convenienza.

Amore e morte sono dunque, i protagonisti assoluti di questa prima vera tragedia dell’autore inglese più conosciuto al mondo. I giovani innamorati invece, non sono altro che fiori prematuramente recisi nel loro desiderio erotico più intenso,  nel più dilagante trionfo di vita, di passione e di sensi.

Uno spettacolo da non perdere che analizza morte e amore nelle loro forme più estreme e che, proprio per questo motivo, riesce a farci riscoprire sempre più, la bellezza della nostra vita.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI