Roma città aperta torna agli antichi splendori

Rossellini_Roma_citta_aperta_01-1

Rossellini_Roma_citta_aperta_02Roma città aperta, il film di Roberto Rossellini, torna a rivivere dopo il restauro che segna il culmine del Progetto Rossellini, impresa che – grazie agli sforzi di Istituto Luce Cinecittà, Cineteca di Bologna, CSC-Cineteca Nazionale e Coproduction Office – ha portato al recupero di molti film di Rossellini, come La macchina ammazzacattivi, India, Viaggio in Italia, Stromboli terra di Dio, Una voce umana, i quali sono stati presentati in questi anni al Festival di Cannes, alla Mostra del Cinema di Venezia e al Festival di Berlino. Il film simbolo dell’Italia del Secondo Dopo Guerra sarà presentato alla XXVII edizione del Festival Il Cinema Ritrovato, promosso dalla Cineteca di Bologna dal 29 giugno al 6 luglio 2013. L’evento è in programma per mercoledì 3 luglio 2013 in Piazza Maggiore, dove è in programma il cartellone estivo di Sotto le stelle del Cinema, che prevede quaranta serate allestite ogni anno dalla Cineteca di Bologna gratuitamente nella piazza principale della città. In particolare si tratta di una serata-evento per restituire a Roma città aperta la dimensione del capolavoro amato dal grande pubblico e alle migliaia di spettatori un film “padre della Patria”, come non lo avevano mai visto. Il restauro della pellicola è stato realizzato dal laboratorio della Cineteca di Bologna L’Immagine Ritrovata a partire dal negativo originale ritrovato nel 2004 e conservato presso la Cineteca Nazionale.

Roma Città Aperta – È il film simbolo di una nazione, del suo popolo, dei suoi valori, simbolo della Resistenza e di una nuova Italia che nasceva dal dolore della guerra. A distanza di quasi settant’anni, Roma città aperta rimane infatti un riferimento imprescindibile della cultura italiana; la pellicola ha rivelato al mondo il nostro cinema e la figura di Anna Magnani, di cui si ricordano proprio nel 2013 i quarant’anni dalla scomparsa, avvenuta il 26 settembre 1973. Girato nel 1945 tra ristrettezze economiche e disagi di vario genere, il film ha dato i natali al Neorealismo cinematografico, un genere che si diffuso e fu apprezzato in tutto il mondo. Roma città aperta narra le vicende di una popolana, di un ingegnere comunista e di un sacerdote che vengono uccisi in circostanze tragiche. Il film ricevette moltissimi premi, tra cui l’Oscar per la sceneggiatura, firmata da da Roberto Rossellini, Sergio Amidei e Federico Fellini.

 

Per altre info: http://www.cinetecadibologna.it/cinemaritrovato2013/ev/presentazione2013

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Scheda evento

Il Cinema Ritrovato XXVII edizione

Bologna, 29 giugno – 6 luglio

 

Progetto Rossellini

Mercoledì 3 luglio, ore 22, Piazza Maggiore – Bologna

 

ROMA CITTÀ APERTA (Italia/1945) di Roberto Rossellini

Restaurato al laboratorio L’Immagine Ritrovata nell’ambito del Progetto Rossellini promosso da Istituto Luce Cinecittà, Cineteca di Bologna, CSC-Cineteca Nazionale e Coproduction Office

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Carla Cesinali

Carla Cesinali
Carla Cesinali su Cultura & Culture si occupa di politica, di spettacoli, di arte.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI