Red Sparrow: trama, recensione e trailer della pellicola
12 marzo 2018
Maria Ianniciello (1291 articles)
Share

Red Sparrow: trama, recensione e trailer della pellicola

Guardando Red Sparrow, il film nelle sale dal 1 marzo 2017 con una bellissima Jennifer Lawrence, ripenso a tutte le cose che ho imparato sulla libertà e mi accorgo che gran parte dei concetti espressi sono solo il frutto di luoghi comuni, sicuramente inevitabili perché ci aiutano a sopravvivere e a non guardare in faccia la realtà: siamo tutti schiavi di un sistema che ci vuole omologati e omologanti. E dopotutto che cos’è la libertà se bisogna rispettare dei paletti e dei confini ben precisi, se le donne sono merce da secoli nelle mani del patriarcato, che alimentano loro stesse spesso con atteggiamenti inconsapevoli, inculcati e davvero limitanti. Chi è libero davvero? Gli animali selvatici che vivono nelle riserve, nemmeno loro lo sono più. La libertà di Essere veramente se stessi è oggi un miraggio. In molti ritengono che ci abituiamo ai limiti, un po’ come quell’elefante che – legato alla catena sin da piccolo – potrebbe spezzarla in un batter d’occhio data la sua stazza. Perché non lo fa? Per paura? No, io penso per cupa rassegnazione. Si è rassegnato e non vede che la sua libertà è lì, a portata di mano.

Red Sparrow trama

Ma cosa c’entrano questi concetti con il film? La protagonista di Red Sparrow è una donna che combatte, giocando d’astuzia, per sopravvivere in un sistema che ha stabilito tutto per lei sin dalla nascita. Si chiama Dominika Egorova ed è russa. Ama la danza ed è la prima ballerina di un’importante compagnia moscovita ma, a causa di un incidente, deve mettere da parte i suoi sogni e reinventarsi una vita per aiutare la mamma malata. Suo zio (Matthias Schoenaerts) la inizia a un’esistenza fatta di inganni e di seduzione dove il confine tra verità e menzogna è labile e piuttosto confuso. In nome di un bisogno intrinseco di libertà e per il diritto all’indipendenza, Dominika non si abbatte pur sapendo che la sua vita è gestita dallo Stato sin dall’infanzia e cerca la sua strada adattandosi senza concedersi.

Red Sparrow trama

Nella trama della pellicola ritorna il tema del divario tra Urss e Usa, ovvero tra due forme di governo: una sfacciatamente dittatoriale, l’altra democratica ma solo di facciata. Red Sparrow è in un film  brillante e ben costruito sullo spionaggio che lascia spazio all’immaginazione, mentre sullo sfondo sta sbocciando un tenue sentimento tra l’agente della CIA, Nathaniel Nash (Joel Edgeron) e la protagonista. Da non perdere.

 

Voto
3.5 out of 5

3.5

Average
3.5 out of 5
Maria Ianniciello

Maria Ianniciello

Direttore responsabile e coeditrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.