2 ottobre 2012
Redazione (4056 articles)
Share

QUELLO CHE PRENDE GLI SCHIAFFI

«Per far capire quanto sia giusto il bene bisogna, a teatro, far vedere il male». Così Glauco Mauri illustra le ragioni della scelta di Quello che prende gli schiaffi di Leonid Nikolaevič Andreev, in scena al Piccolo Teatro Grassi dal 16 al 28 ottobre 2012. Un uomo fugge dalla società nella quale vive, dove tutto è dominato dall’indifferenza e dal denaro e si rifugia in  una compagnia di circensi. Si innamora della giovane e graziosa Ballerina, innamorata – ricambiata – dell’Acrobata, ma il patrigno vuole che lei sposi un vecchio e ricco Barone. L’intervento di Quello, il clown che “prende gli schiaffi”, darà alla vicenda una svolta imprevedibile. Alla  positiva umanità del circo si contrappone un mondo di miserabili al quale Quello finirà per soccombere. Un apologo, tenero e amaro, sulla lotta contro l’ingiustizia dei potenti e dei mediocri. Una storia di indignazione struggente e di sconcertante attualità, una straordinaria prova d’attore di Roberto Sturno e Glauco Mauri, per scoprire (o riscoprire) un sorprendente autore russo.

Giornalista, scrittore e drammaturgo, L. N. Andreev fu un protagonista della vita culturale della Russia nel primo ventennio del Novecento, anni tumultuosi che precedettero la rivoluzione d’Ottobre. In Italia, tra gli altri, fu tradotto anche da Piero Gobetti e molti suoi lavori furono interpretati con successo dai nostri grandi attori, da Zacconi alla Pavlova, dalle sorelle Gramatica a Ruggeri, e da Romolo  Valli a Valeria Moriconi a Enrico Maria Salerno. Quello che prende gli schiaffi scritto da Andreev tra agosto e settembre del 1915 fu rappresentato al Teatro d’Arte di Mosca e a Pietroburgo al Teatro Aleksandrinskij con la regia di N. V. Petrov, il regista ne trasse anche un film nel 1916.

«Ho conosciuto il tumultuoso mondo di Andreev – racconta Mauri – durante gli anni dell’Accademia d’Arte Drammatica di Roma che mi permetteva, con la sua ricca biblioteca, di scoprire tutto quel teatro che nella mia Pesaro non avevo potuto conoscere… Sono passati molti anni, abbiamo messo in scena tanti spettacoli, autori diversissimi fra di loro ma siamo rimasti sempre fedeli al nostro sentire: l’arte per la vita. In questo momento così difficile abbiamo creduto quindi giusto proporre una ‘favola’ che possa parlare ancora di umanità e di poesia ad una società che corre il rischio di inaridirsi sempre di più».

 

LA SCHEDA DELLO SPETTACOLO

Piccolo Teatro Grassi (via Rovello 2 – M1 Cordusio)

dal 16 al 28 ottobre 2012

Quello che prende gli schiaffi

da Leonid Nikolaevič Andreev

libera versione e regia Glauco Mauri

scene Mauro Carosi

costumi Odette Nicoletti

musiche Germano Mazzocchetti

con Glauco Mauri, Roberto Sturno

e con (in ordine alfabetico)

Leonardo Aloi, Barbara Begala, Marco Blanchi, Mauro Mandolini, Lucia Nicolini,

Roberto Palermo, David Paryla, Stefano Sartore, Paolo Benvenuto Vezzoso

Produzione Compagnia Mauri Sturno

Orari: martedì e sabato ore 19.30; mercoledì, giovedì e venerdì ore 20.30;

domenica ore 16.00. Lunedì riposo

Durata: 2 ore 10 minuti con intervallo

Prezzi: platea 33 euro, balconata 26 euro.

Informazioni e prenotazioni 848800304 – www.piccoloteatro.org

Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.