Pordenone, musica sacra e dialogo interreligioso

pordenone (2)Si terrà dal 27 ottobre al 21 novembre 2013 la  XXII edizione del Festival Internazionale di Musica Sacra di Pordenone. Saranno quattro, come di consueto, gli appuntamenti musicali che faranno da cornice alla manifestazione intitolata “Vox Dei, Vox Populi” che, attraverso un percorso storico-artistico di prestigio, intende porsi come una sorte di ponte di dialogo interreligioso. Monumenti, paesaggi e tradizioni, si intersecheranno come tessere di un grande mosaico in grado di trasmettere sensazioni e suscitare riflessioni da approfondire attraverso incontri, seminari e dibattiti. A tessere le fila di questo percorso culturale saranno la Tradizione Ortodossa Serba, la cultura ebraica, il Cattolicesimo Orientale e la religiosità popolare medioevale. Il festival, diretto da Roberto Calabretto ed Eddi De Nadai e promosso da PEC – Presenza e Cultura e Centro Iniziative Culturali Pordenone con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, includerà, tra l’altro, anche la mostra pittorica di Tonino Cagnolini sul Patriarca medievale Bertrando de Saint Geniès e  percorsi guidati sui luoghi del Patriarca aquileiese e pubblicazioni specifiche.

Coro Belgrado
Coro Belgrado

Ad inaugurare la kermesse culturale sarà, domenica 27 ottobre, il concerto del soprano Gemma Bertagnolli su musiche di Valentini, Porpora, Corelli, Haendel, intitolato “Il cenacolo musicale” e si terrà alle 20.45 nel Duomo Concattedrale di San Marco a Pordenone mentre alle ore 11 del 3 novembre, ci sarà un evento musicale dedicato al canto inteso come esperienza di preghiera corale rivolta a Dio: protagonista del palcoscenico dell’Auditorium del Centro Culturale Casa Zanussi sarà il cantore principale della Sinagoga di Vienna, il tenore Shmuel Barzilai, accompagnato al pianoforte da Zoltan Neumark. Il 12 novembre sarà in scena la Cappella Altoliventina, diretta da Sandro Bergamo, con  la rappresentazione del Dramma liturgico al tempo Bertrando d’Aquileja, per la regia di Carla Manzon. Lo spettacolo  avrà luogo presso il  Duomo Concattedrale di San Marco e sarà una preziosa occasione per conoscere una parte del vasto patrimonio culturale risalente al Patriarcato di Aquileia. L’ultimo evento, previsto per il 21 novembre, sarà il concerto del Coro del Teatro Nazionale dell’opera di Belgrado che, diretto da Djordje Stankovic, rileggerà le opere dei più noti compositori nazionali.

Per  info consultare il sito  www.centroculturapordenone.it

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Raffaella Sbrescia

Raffaella Sbrescia
Raffaella Sbrescia è una giornalista iscritta all'ordine dei Giornalisti della Campania dal 2010 e blogger per il blog musicale "Ritratti di note". Dopo la laurea triennale in Lingue, culture e letterature dell'Europa e delle Americhe ha conseguito la laurea magistrale in Lingue e Comunicazione Interculturale in Area Euromediterranea presso l'Università degli Studi di Napoli l'Orientale con il massimo dei voti. Da sempre interessata al mondo della musica, dell'antropologia, dei viaggi e della letteratura, per Cultura & Culture è responsabile della sezione eventi e spettacoli.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI