Open dance: “il cantiere della nuova danza” in Puglia

OPEN_DANCE-logoHDLa danza non è semplicemente un mero atto coreografico è espressione non verbale di emozioni, sensazioni, messaggi corporei e mentali. Questa consapevolezza costituisce anche il concept che è alla base di Open Dance. La rassegna, promossa da Cantieri Koreja di Lecce e Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito di Dansystem – Una Rete per la Danza Contemporanea in Puglia, giunge, quest’anno alla X edizione e rappresenta un prestigioso appuntamento con l’avanguardia della danza contemporanea d’autore. Tensione, azione, espressione gestuale e mimica facciale saranno interpretate in tutte le loro sfaccettature in un dialogo aperto col pubblico. Al bando codici, mode e consuetudini, ogni performance sarà un atto unico, individuale, irripetibile. Il nome “cantiere della nuova danza” intende proprio spiegare l’essenza che sta alla base della kermesse: il gesto ed il movimento corporei costruiscono il pensiero che si apre, così alla complessità della riflessione umana per essere scavato e lavorato dall’immaginario collettivo.

Il prossimo appuntamento con Open dance è per il prossimo 19 ottobre con il balletto “Altered natives’say yes to another excess” di Cecilia Bengolea e Fraçois Chiaignaud. Dal 25 al 28 ottobre sarà in scena il Trittico: “Spellbound contemporary ballet” mentre il mese di novembre verrà inaugurato dallo spettacolo intitolato “Per non svegliare i draghi addormentati”, incentrato sulla ricostruzione della propria immagine. A seguire, l’8 e il 9 novembre ci sarà uno spazio dedicato alla classicità de “La traviata” che intende tradurre, attraverso il linguaggio della danza, i melodrammi più noti dell’illustre compositore Giuseppe Verdi. Ancora un grande classico con “Carmen” il 12 e 13 novembre. L’opera, ambientata in un Spagna, analizza le più comuni passioni umane con un occhio rivolto alla contemporaneità. A chiudere il fitto cartellone di eventi “Un ricamo fatto sul nulla” ,composto da un solo di Fabrizio Favale, un Trio danzato da Marta Capaccioli, Samuele Cardini e Martina Danieli e un Cartoon-film e lo spettacolo intitolato “Pinocchio leggermente diverso” della compagnia Virgilio Sieni che offrirà un viaggio emotivo a cavallo tra intimità ed inquietudine.

Per info consultare il sito www.teatrokoreja.it

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Raffaella Sbrescia

Raffaella Sbrescia
Raffaella Sbrescia è una giornalista iscritta all'ordine dei Giornalisti della Campania dal 2010 e blogger per il blog musicale "Ritratti di note". Dopo la laurea triennale in Lingue, culture e letterature dell'Europa e delle Americhe ha conseguito la laurea magistrale in Lingue e Comunicazione Interculturale in Area Euromediterranea presso l'Università degli Studi di Napoli l'Orientale con il massimo dei voti. Da sempre interessata al mondo della musica, dell'antropologia, dei viaggi e della letteratura, per Cultura & Culture è responsabile della sezione eventi e spettacoli.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI