Napoli Film Festival, la XV edizione premia i giovani

OLYMPUS DIGITAL CAMERASi è conclusa ieri sera presso il cinema Martos Metropolitan la XV edizione del Napoli Film Festival con la cerimonia delle premiazioni. Attraverso l’ormai consolidata formula itinerante, la rassegna cinematografica ha confermato la propria solidità con ottimi riscontri da parte del numeroso pubblico accorso anche alla proiezione di grandi classici del cinema. La kermesse, diretta da Davide Azzolini e Mario Violini ha mantenuto, inoltre,  un’ apprezzabile linea di continuità dando molta visibilità ai lavori di numerosi giovani cineasti. Nuove forme di linguaggio e realizzazioni indipendenti vedranno, così, un concreto aiuto nel processo di  diffusione e di distribuzione delle opere premiate. Ad aggiudicarsi il  concorso Europa Mediterraneo  è stato il film “Keep Smiling”  della regista georgiana Rusudan Chkonia mentre per la sezione Schermo Napoli Cortometraggi il vincitore è stato  Nicola Di Vico per l’inquietante corto intitolato “La paura più grande” con la straordinaria partecipazione di Alessandro Haber. Per quanto riguarda il concorso Schermo Napoli Documentari a conquistare la giuria è stato il tedesco Martin Prinoth con “Le creature del Vesuvio”: un’opera che descrive la mentalità di un popolo fortemente condizionato da una realtà contingente fortemente complessa. Per il concorso Schermo Napoli Scuola il vincitore è stato Daniele Santonicola del Liceo “La Mura” di Angri (Sa) per “La cosa giusta da fare”, definita una corsa verso la ricerca della propria identità, mentre la migliore Web series è “Travel Companions” di e con Luca Napoletano e Ferdinando Carcavallo: un esilarante road movie scandito da quotidiana comicità.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA“Italo” di Raffaele Manco è  il racconto di Italo Santarelli, imprenditore vittima di una truffa e poi indebitato a causa dello Stato e delle banche che si è aggiudicato il premio Schermo Napoli doc per il miglior documentario autoprodotto mentre “Lucciole per lanterne” di Stefano Martone ha conquistato la pole position per il documentario con casa di produzione.

Un breve intervallo sonoro con la presentazione del nuovo singolo “Sabato sera” del noto dj Claudio Cerchietto, introdotto dalle affettuose parole di stima della giornalista e scrittrice Giuliana Gargiulo, e poi di nuovo sotto con la lunga notte dei premi: il premio Avanti! è stato assegnato a “Dell’arte della guerra” di Luca Bellino e Silvia Luzi (ita, 2012, 85’) ed il premio Under 35, messo in palio dal Corriere del Mezzogiorno è andato ad Annarita Ferrara, autrice dello scatto fotografico intitolato “IN-QUIETE #1”. Infine il premio di Teatri Uniti al trittico fotografico “Sacro Fuoco” di Laura Micciarelli che si è aggiudicata, tra l’altro, anche il Vesuvio Award.

Foto di: Errico Sarmientos

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Raffaella Sbrescia

Raffaella Sbrescia
Raffaella Sbrescia è una giornalista iscritta all'ordine dei Giornalisti della Campania dal 2010 e blogger per il blog musicale "Ritratti di note". Dopo la laurea triennale in Lingue, culture e letterature dell'Europa e delle Americhe ha conseguito la laurea magistrale in Lingue e Comunicazione Interculturale in Area Euromediterranea presso l'Università degli Studi di Napoli l'Orientale con il massimo dei voti. Da sempre interessata al mondo della musica, dell'antropologia, dei viaggi e della letteratura, per Cultura & Culture è responsabile della sezione eventi e spettacoli.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI