MUSICA E MITO: ITINERARIO MUSICALE NELLA ROMA DA RAFFAELLO AL BAROCCO

Raffaello, Lo sposalizio della Vergine - wikipedia.org

All’Accademia Nazionale dei Lincei domani 18 luglio 2012 apertura straordinaria della Villa Farnesina con concerto serale di musica antica della “Schola Romana Ensemble” (ore 20 biglietto 10 euro) e visita agli affreschi di Raffaello, Del Piombo, Sodoma e Peruzzi. La Villa Farnesina, in via della Lungara 230 Roma, sarà aperta dalle 19.30 alle 22.00. Il connubio tra arte e musica renderà ancora più coinvolgente la visita alla villa rinascimentale situata nel cuore di Trastevere. Per la sola visita alla Villa il biglietto è di 5 euro.

La Schola Romana Ensemble propone un repertorio vocale e strumentale del Rinascimento da Raffaello e Michelangelo, fino al Barocco di Caravaggio e Bernini, alla ricerca delle antiche sonorità tramite l’utilizzo di strumenti dell’epoca: flauti dritti e traversi, liuto, chitarra spagnola, colascione, percussioni. Il percorso musicale, ricco e variegato, offre all’ascoltatore d’oggi i fasti di un’epoca straordinaria, nei virtuosismi strumentali, nelle arie d’amore, agli albori dello stile “recitativo” che ha portato alla nascita dell’Opera lirica.

Il  programma prevede musiche di Claudio Monteverdi, Girolamo Frescobaldi, Andrea Falconieri, John Dowland, Carlo Calvi, François Le Cocq, Orazio Vecchi, Michael Praetorius, Stefano Landi, Diego Ortiz, Giulio Caccini, Juan Arañes. Gli interpreti della Schola Romana Ensemble sono: Paola Alonzi, soprano; Stefano Sabene, flauti e percussioni; Francesco Mirarchi, liuto e chitarra spagnola; Lorenzo Sabene, liuto e colascione. Per informazioni: Tel: 06-68027268/397; E-mail farnesina@lincei.it; lapenta@lincei.it

La Villa Farnesina a Roma è una delle più nobili e armoniose realizzazioni del Rinascimento italiano. Fu commissionata agli inizi del ´500 dal banchiere senese Agostino Chigi all’architetto Baldassarre Peruzzi e fu affrescata da: Raffaello, Sebastiano del Piombo, Giovanni Antonio Bazzi, detto il Sodoma, e dallo stesso Peruzzi. Alla fine del ´500 fu acquistata dal cardinale Alessandro Farnese, da cui viene il nome di Farnesina, per distinguerla dal Palazzo Farnese, al di là del Tevere. Attualmente è sede di rappresentanza dell’Accademia Nazionale dei Lincei. Tra le opere più significative della Villa figura il Trionfo di Galatea di Raffaello (1512) che rappresenta l’apoteosi della ninfa Galatea che vedendo il suo innamorato, Aci, ucciso da Polifemo, per tener vivo l’amore trasforma il sangue di Aci in una limpida sorgente. Ancora di Raffaello, nel lato Nord della Villa si trova la Loggia di Amore e Psiche (1518). La scelta del soggetto è stata spesso collegata alle vicende personali del committente e appare riferita al contrasto fra la posizione sociale di Agostino Chigi e quella della sua sposa.

Al primo piano nella camera da letto di Agostino Chigi è raffigurata la stanza delle Nozze di Alessandro Magno e Roxane, affrescata dal Sodoma (1519). Nella stanza accanto l’originale sala delle prospettive (1519) dove il Peruzzi affrescò sulle pareti le vedute di Roma che sarebbero apparse allo spettatore se la stanza fosse stata priva delle mura. La villa Farnesina è aperta tutti i giorni feriali dalle 9.00 alle 14.00. Le aperture straordinarie domenicali si effettuano solo la seconda domenica del mese. Vengono organizzate visite guidate con guida gratuita il lunedì alle 12.00, il venerdì alle 12.00 e il sabato alle 11.30 e alle 12.30. Al termine della visita del venerdì è possibile visitare anche la biblioteca Corsiniana. Tra i tesori della Biblioteca figurano i disegni fatti da Galileo Galilei raffiguranti le sue osservazioni dei satelliti di Giove, la prima edizione a stampa della Divina Commedia, le partiture originali di Giuseppe Verdi, le opere originali di Cesare Pascarella che comprendono oltre alle famose poesie e anche i suoi disegni e quadri ad olio.

Commenti

commenti

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI