MUSICA: A MILANO LA TERZA SINFONIA DI MAHLER

Xian Zhang e Orchestra laVerdi - credits Agnes Weber
Xian Zhang e Orchestra laVerdi – credits Agnes Weber

L’Orchestra Sinfonica laVerdi di Milano torna a proporre, dopo tre anni e mezzo dall’ultima esecuzione, un grande classico del suo repertorio, la Sinfonia n. 3 di Gustav Mahler, autore molto caro a laVerdi fin dai tempi di Vladimir Delman. La Terza è la più lunga tra tutte quelle entrate in repertorio (ad esclusione della n. 8, la Sinfonia dei mille, di più raro ascolto). Si tratta di un grande affresco, una ricostruzione del mondo divisa in sei episodi, dal primo lunghissimo movimento fino all’Adagio finale. Appuntamento dunque giovedì 28 febbraio (ore 20.30), venerdì 1 (ore 20.00) e domenica 3 marzo (ore 16.00), all’Auditorium di largo Mahler.

Sul podio, come già nel settembre 2010, il Maestro Zhang Xian, direttore musicale dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, che torna all’Auditorium di Milano dopo una serie di acclamate performance a Stoccarda (Germania) e Atlanta (USA). La Sinfonia n. 3 prevede una voce solista, il contralto olandese Carina Vinke  dalla voce meravigliosa, chiara, decisa ma ricca di vellutate sonorità, insieme con il Coro femminile de laVerdi diretto da Erina Gambarini e il Coro di Voci Bianche, sempre della “scuderia” di largo Mahler, diretto da Maria Teresa Tramontin.

Più di 150 persone, tra orchestra, cori, e solista, sono coinvolte nell’esecuzione della Sinfonia n. 3 in Re minore di Gustav Mahler, la più lunga tra la Sinfonie del geniale compositore boemo. Scritta tra il 1893 e il 1896, eseguita per la prima volta nel 1902 sotto la direzione dell’autore, la titanica composizione si articola in ben sei tempi. Mentre il primo tempo, di circa 40 minuti, può essere visto come un tutto, un universo di sensazioni e immagini, i cinque tempi successivi approfondiscono alcuni singoli momenti. Il delicatissimo secondo tempo compone con arte momenti di danza, mentre il terzo è sviluppato sulla melodia del Lied Ablösung im Sommer (Cambio della guardia d’estate), composto in età giovanile su un testo tratto dalla raccolta Il corno magico del fanciullo (Des Knaben Wunderhorn). Il quarto movimento è un Lied per contralto sul testo “O Mensch! gib acht!” da Also sprach Zarathustra di Friedrich Nietzsche, interpretato dal contralto olandese Carina Vinke,  presente anche nel quinto, insieme con il coro femminile e coro di voci bianche, con il Lied sul testo Es sungen drei Engel (Cantarono tre angeli), tratto anch’esso dalla raccolta Il corno magico del fanciullo. La Sinfonia si conclude con un Adagio puramente strumentale. Come spesso accade in Mahler, nonostante la notevole lunghezza, la Sinfonia rimane accessibile e gradevole, grazie alla varietà e vivacità dei temi proposti e all’atmosfera magica creata dall’autore.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI