19 gennaio 2013
Redazione (4050 articles)
Share

MILLE SFUMATURE DI… JAZZ!

© Peter Kogler -Fotolia.com

Sabato 19 gennaio e domenica 20 gennaio 2013 grandissimi appuntamenti alla Casa del Jazz di Roma. Il weekend inizia con Antonio Ragosta Septet che presenta il cd “Il mare e l’incanto a Roma est”. Per il chitarrista questo è un momento estremamente importante: è infatti  al suo debutto discografico. Dal suo lavoro risalta in maniera evidente il suo prezioso talento come musicista e compositore.

Nel suo album, sorprendentemente evocativo, si riassume uno sguardo che va oltre il panorama metropolitano, fino al cuore creativo di una città che cerca il suo futuro spingendosi altrove. Il suo è lo sguardo di un figlio adottivo cresciuto in quella culla inquieta di musica e arte. “Il mare e l’incanto a Roma est” nasce dunque dall’urgenza di mettere in musica emozioni e ricordi attingendo dalla vita reale e dall’immaginazione letteraria. Così “Tristalia” e “L’ultimo Baol” sono ispirati dalla lettura dei romanzi di Stefano Benni; “Consumo” e “Viaggioman”, scritti nel periodo dell’adolescenza, sono stati tramandati di cassetta in cassetta, di versione in versione, fino a trovare la loro giusta destinazione nel primo lavoro discografico. “Alessandra” è dedicata alla presenza silenziosa e buffa della sorella del chitarrista che si aggirava per casa mentre veniva composta questa melodia leggera. “Lascio al caso” ha preso invece la sua forma definitiva nelle aule del Conservatorio Santa Cecilia, dove, durante un esame, il pianista Danilo Rea suggerì di far ascoltare a Paolo Damiani il brano orchestrato da Ragosta. Il violoncellista e compositore appare così in due punti del disco: come violoncellista in “Lascio al caso”, e come compositore di “Invisibile”.

Domenica 20 gennaio 2013, invece, si potrà assistere ad un concerto davvero unico nel suo genere. La Casa del Jazz in collaborazione con l’ Associazione Culturale Aldebaran ospita Israel Varela Group.

Israel Varela è un abile e raffinato compositore, un batterista, e soprattutto un grandissimo cantante dalla sorprendente e ricca musicalità. Originario di Tijuana  e’ considerato uno dei migliori talenti della scena musicale internazionale che grazie alla sua originalità vanta già collaborazioni con i migliori musicisti del mondo tra i quali: Pat Metheny, Charlie Haden, Yo Yo Ma, Mike Stern, Bireli Lagrene, Bob Mintzer, Diego Amador e Pino Daniele.

Per gli amanti del Flamenco Jazz questa è la serata giusta: ritmi latino americani, atmosfere di medio oriente e colori jazz si fonderanno in un’entità inscindibile. Uno spettacolo che sarà il risultato di un mix culturale di straordinario livello internazionale.

Tags Musica
Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.