Messico 1910-1940: una rivoluzione nell’arte

©Royal Accademy

Nel 1910, una rivoluzione in Messico ha portato dietro di sé anni di instabilità politica. Come conseguenza, gli artisti messicani realizzarono opere, sotto suggerimento dello Stato che attuò e sponsorizzò programmi mirati, per promuovere l’ideologia del nuovo regime. A Londra la Royal Accademy ha organizzato una mostra che riunisce ed espone i lavori degli avanguardisti messicani tra cui Diego Rivera, Frida Kahlo e José Clemente Orozco.

Artisti, opere e Stato accomunati dagli stessi ideali politici: Marsden Hartley, Josef Albers, Edward Burra, Paul Strand, Henri Cartier-Bresson, André Breton e Robert Capa.

Messico: una rivoluzione nell’arte, 1910-1940” svela una rinascita culturale che ha attirato alcune delle figure simbolo del XX secolo, le quali sono state ispirate dall’amore verso la propria terra, verso il soggetto stesso: il Messico.

Tutto questo, a Londra dal 6 luglio al 29 settembre 2013.

Romina Capone

Commenti

commenti

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Autore dell'articolo: Romina Capone

Romina Capone
Romina Capone, Avellino. Dottoressa in Lettere e Filosofia presso l'Università degli Studi di Salerno. Laureata in materia di Linguaggio giornalistico, è giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Nel 2008 fino al 2010 ha collaborato per il quotidiano provinciale "Ottopagine". Dal 2011 ad oggi scrive per il quotidiano nazionale "Il Mattino". Intermediatore culturale per la casa editrice Il Papavero di Donatella De Bartolomeis. Moderatrice di eventi e scrittrice. Per Cultura & Culture, è responsabile della sezione Cultura (Arte e libri).

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI