MESSI NELLA LEGGENDA, NESSUNO COME LUI

© UNICEF/NYHQ2010-1398/Susan Markisz

Lionel Messi, è ancora lui il re del calcio internazionale. L’attaccante argentino del Barcellona si conferma il miglior giocatore europeo e porta a casa il prestigioso Pallone d’Oro per il quarto anno consecutivo. Nessuno ha mai fatto meglio di lui, neppure il tanto osannato Michel Platini, che di Palloni d’oro all’epoca ne aveva conquistati tre. Nuovo record e storia da riscrivere.

Il protagonista è un ragazzo dalla faccia pulita e dai piedi d’oro, l’antidivo, uno che non appare sulle pagine dei giornali per la sua vita sregolata ma per i suoi gol. In campo è una sicurezza per i compagni e riesce a mandarla dentro 99 volte su cento. Fuori è un uomo dai valori forti, che ama vivere la sua vita nella semplicità, a dispetto di tutti i milioni che guadagna a suon di gol e di diritti d’immagine.

Ancora Messi, dunque, nel 2009, 2010, 2011, 2012. Un record che fa impallidire i suoi presunti rivali, primo fra tutto Cristiano Ronaldo che non è mai riuscito a eguagliare lo strapotere dell’argentino. Il titolo di fenomeno va assegnato ancora a Messi, a cui manca soltanto la vittoria di un mondiale per poter entrare definitivamente nella leggenda. Difficile che l’Argentina conquisti Brasile 2014 ma se il miracolo dovesse davvero accadere allora la Pulce avrà superato campioni del calibro di Pelé, Maradona e Di Stefano, veri idoli del calcio di tutti i tempi.

L’attaccante è stato premiato a Zurigo davanti a Ronaldo e Iniesta. La percentuale vincente di Messi è 41,60, un po’ meno dell’irripetibile 47,88 per cento del 2011, ma molto meglio del 22,65 per cento del 2010. Per superare la quota dell’argentino a malapena bastano i voti di Ronaldo (23,68 per cento), Iniesta (10,91 per cento), Xavi (4,08 per ento) e Falcao (3,67 per cento) messi insieme.

Tanti i personaggi del mondo del calcio e dello sport in generale che si sono congratulati con la Pulce alla vittoria del suo quarto Pallone d’Oro. Congratulazioni anche dall’UNICEF, di cui Messi è ambasciatore.

«L’UNICEF si congratula con Leo Messi per aver conquistato per il quarto anno consecutivo il prestigioso ‘Pallone d’Oro’ come miglior calciatore europeo dell’anno – ha dichiarato il Presidente dell’UNICEF Italia Giacomo Guerrera – Ma Messi è anche un campione di solidarietà: lo ha dimostrato in questi anni come Ambasciatore internazionale dell’UNICEF dando voce ai bambini più vulnerabili». Proprio prima di Natale, Messi ha lanciato per l’UNICEF – attraverso un video messaggio – un appello urgente per intensificare gli sforzi per salvare la vita di migliaia di bambini che muoiono ogni anno per cause prevenibili. Leo Messi è stato nominato Goodwill Ambassador dell’UNICEF nel marzo 2010.Da allora, ha preso parte con l’UNICEF a diverse misisoni in Argentina, Costa Rica ed Haiti.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Piera Vincenti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Piera Vincenti

Piera Vincenti è giornalista e copywriter. Si occupa di comunicazione aziendale e pubblica e collabora alla realizzazione di siti web. Laureata in Sociologia, ha conseguito la laurea specialistica nel 2010 dopo aver ottenuto la laurea triennale in Scienze della Comunicazione.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI