Luce ripropone “Profezia”

Pier Paolo Pasolini
Pier Paolo Pasolini

La voce narrante è di Dacia Maraini. Come una mamma che racconta una storia ai propri figli prima che si addormentino. Un film in bianco e nero, quasi a segnare il tempo che sotto certi aspetti si è fermato. Luce, l’archivio storico di Cinecittà e Produzione Straordinaria, presentano Profezia, l’Africa di Pasolini.

La storia-  Era stato pubblicato qualche anno prima, precisamente nel 1961, Accattone, un altro film. Girando Africa, aveva voluto cogliere, quella vena rivoluzionaria dei contadini, ingenui, che aveva disperatamente cercato nelle terre del Friuli Venezia Giulia e successivamente nelle periferie romane.

Lo stesso desiderio lo ha spinto a comporre le sue poesie e i suoi racconti: La Rabbia, Edipo Re e Appunti per un’ Orestiade africana.

Con Africa, Pasolini, resterà nuovamente amareggiato, deluso. Sconfitto; l’Africa non è solo leoni, giraffe ed elefanti. L’Africa è guerra, sfruttamento, arretratezza. Malattie, abusi. Fame, povertà. Discriminazione.

Passa il tempo ma la realtà dei fatti resta immutata. L’Africa dell’Apatrtheid, l’Africa di Nelson Mandela. L’Africa del commercio d’avorio e d’oro. L’Africa del Reggae e di Bob Marley in War.

Un parallelismo tra quelle terre lontane bruciate dal sole, e Roma.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Pier Paolo Pasolini durante le riprese del film Accattone
Pier Paolo Pasolini durante le riprese del film Accattone

La capitale che in seno nasconde quartieri come Il Pigneto o anche San Lorenzo che oggi è multietnico, ridente e policulturale. Centro di raduno per molti extracomunitari e stranieri.

La Roma che lo uccise, la Roma che come capro espiatorio  utilizzò la scusante dell’omosessualità; forse Pier Paolo Pasolini, era un soggetto scomodo. Forse nei suoi documentari, aveva intuito qualcosa. Aveva capito la piega che lo stato Italiano stava per prendere.

Lo aveva scelto bene il titolo P.P.P. per il suo film: “Profezia“. Oggi si sta compiendo; anzi è compiuta.

Romina Capone

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Romina Capone

Romina Capone
Romina Capone, Avellino. Dottoressa in Lettere e Filosofia presso l'Università degli Studi di Salerno. Laureata in materia di Linguaggio giornalistico, è giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Nel 2008 fino al 2010 ha collaborato per il quotidiano provinciale "Ottopagine". Dal 2011 ad oggi scrive per il quotidiano nazionale "Il Mattino". Intermediatore culturale per la casa editrice Il Papavero di Donatella De Bartolomeis. Moderatrice di eventi e scrittrice. Per Cultura & Culture, è responsabile della sezione Cultura (Arte e libri).

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI