LONDRA: ECCO TUTTE LE SEDI DEGLI EVENTI OLIMPICI

Londra – © Piera Vincenti

Si sono aperti ufficialmente ieri, 27 luglio 2012, i Giochi Olimpici di Londra. La capitale britannica, che ospita le Olimpiadi per la terza volta (in precedenza nel 1908 e nel 1948), è stata scelta dal Comitato Olimpico Internazionale (CIO) nel luglio del 2005, a Singapore. Le decisione è stata molto dibattuta ma alla fine la metropoli londinese l’ha spuntata su Parigi, che partiva con i favori dei pronostici e si è vista superare di un solo punto, mentre negli scrutini precedenti erano state scartate le altre città candidate: Mosca, New York e Madrid.

Le sedi degli eventi olimpici di Londra 2012 sono dislocate per tutta la città. La principale, l’Olympic Park, comprende circa una trentina di impianti ed è stata allestito per l’occasione. Il villaggio olimpico è situato in una delle aree più rappresentative della capitale, l’East End. Stratford, da quartiere periferico si è trasformato nel nuovo centro cittadino, almeno finché dureranno i Giochi. I servizi di trasporti pubblici sono stati potenziati per convergere in questa zona e permettere agli spettatori di raggiungere più facilmente la sede principale delle gareAltre sedi legate agli eventi sportivi sono Hyde Park, lo stadio e arena di Wembley, Wimbledon, il Lord’s Cricket Ground, l’Arena O2 e l’Horse Guard Parade. Ma non ci sarà soltanto Londra tra le città protagoniste delle competizioni, che si svolgeranno anche nelle zone limitrofe.

Per quanto riguarda la capitale, sono tre le zone interessate:

The Olympic Zone (la Zona Olimpica con il Parco Olimpico): si estende per un raggio di circa 2 km² ed è situata a Stratford e zone limitrofe. Nel villaggio, oltre agli impianti sportivi, trovano posto ben oltre 17.000 posti letto e diversi altri servizi per atleti e pubblico ; l’Aquatic Centre per le gare di diving, pentathlon moderno, nuoto e nuoto sincronizzato; la Basketball Arena, per le gare di pallacanestro, pallamano e rugby; lo Stadio Olimpico, per le gare di atletica; il London Velopark per le gare di ciclismo; il Copper Box per le gare di pallamano, pentathlon moderno e pallarete; l’Eton Manor, per le gare di tennis nella sezione para-olimpica; la Water Polo Arena per le gare di pallanuoto; il Centro Olimpico di Hockey, anche noto come Riverbank Arena, per le gare di hockey su prato, calcio a sette e calcio a cinque. Sono quindi comprese le 3 Arene Olimpioniche.

The River Zone (la Zona del fiume), che prevede un percorso lungo il Tamigi, che comprende il Centro espositivo Excel per ospitare le gare di pugilato, tennis da tavolo, judo, taekwondo, sollevamenti pesi e lotta. L’Arena O2, anche conosciuta come Arena di Greenwich (o meglio North Greenwich Arena), con un potenziale di 20.000 posti, che andrà ad ospitare le gare di badminton, basket e ginnastica. L’Arena di Greenwich Park (zona di Greenwich) per le competizioni equestri. La Royal Artillery Barracks in Woolwich (est di Londra e poco distante da London City Airport e Greenwich), che ospiteranno le competizioni di tiro al volo.

The Central Zone (la Zona Centrale di Londra), include diversi impianti sportivi situati nel centro della città: Lo Stadio di Wembley ospiterà le gare finali di calcio; i campi da tennis di Wimbledon (All England Lawn e Croquet Club) ospiterà le gare di tennis; il Lord’s Cricket Ground per le competizioni di tiro con l’arco; il The Mall (e non il Regents Park, come in precedenza previsto) per il ciclismo su strada; la Horse Guards Parade di Whitehall (di fronte al St James’s Park) per le gare di beach volley; Hyde Park e il suo The Serpertine, per le gare di Triathlon; Earls Court per le gare di pallavolo.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

L’itinerario della maratona olimpica attraverserà molte strade e quartieri della città mentre il time trial di ciclismo su strada si svolgerà nell’antica residenza reale di Hampton Court Palace.

Tra le altre località e città inglesi che ospitano le Olimpiadi 2012 ci sono: Weald Country Park, in Essex, per le gare di mountain Bike; Broxbourne e la Lee Valley per il Kayak; il Dorset e l’Isola di Portland (per la Vela) con l’Accademia di Weymouth e il Portland National Sailing nel porto di Portland; il Dorney Lake nella vicinanza di Windsor, per il canottaggio, Conventry per le partite di calcio.

Le zone di Londra interessate dai Giochi saranno molte ma gli inglesi non sono del tutto soddisfatti dell’organizzazione della manifestazione olimpica, e non solo per gli evidenti disagi che questa causerà ai londoners. Uno dei motivi per cui la capitale britannica venne scelta per ospitare le Olimpiadi, fu la presentazione di un progetto socio-culturale che riqualificasse i quartieri di Tottenham, Newham, Hackney e Tower Hamlets e soprattutto che incrementasse l’occupazione, promessa non mantenuta nonostante tutti gli interventi operati in quelle zone. Gli edifici distrutti dai riots lo scorso agosto sono stati ristrutturati, a Newham hanno addirittura costruito la Casa delle Olimpiadi e molte strade hanno acquistato una vesta che prima non possedevano. Tuttavia, la disoccupazione nella fascia tra i 16 e 24 anni è rimasta ferma al 40%, la più alta di tutta Londra e le altre zone dell’East-End non sono da meno. Le Olimpiadi hanno rappresentato un’opportunità di crescita ulteriore per i quartieri già benestanti mentre le promesse di miglioramento economico e sociale dell’East-End sembrano solo un lontano ricordo.

Piera Vincenti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Piera Vincenti

Piera Vincenti è giornalista e copywriter. Si occupa di comunicazione aziendale e pubblica e collabora alla realizzazione di siti web. Laureata in Sociologia, ha conseguito la laurea specialistica nel 2010 dopo aver ottenuto la laurea triennale in Scienze della Comunicazione.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI