L’IRLANDA TRA FOLK E CONTEMPORANEO

Matt Cranitch e Jackie Dal

L’8 dicembre a Torino (Folkclub, via Perrone 3/bis) e il 9 dicembre a Cagaglio si chiude la rassegna “EstOvest” con un omaggio all’Irlanda di tre dei musicisti folk irlandesi più famosi del paese: Matt Cranitch, Jackie Daly e Eoin O’Riabhaigh.

Quando si parla di musica irlandese si pensa subito ai ritmi incalzanti di danza come “gigs, reels and hornpipes”, ma esistono altre espressioni musicali sempre più diffuse che appartengono al linguaggio della musica contemporanea. Per questo programma sono stati scelti i compositori contemporanei che hanno preso spunto dalla musica tradizionale per comporre i lori brani. Solfa Carlile, la più giovane compositrice irlandese, ad esempio, nel suo quartetto ha scomposto e alternato i ritmi originali delle danze e delle melodie popolari rendendoli comunque riconoscibili attraverso l’energia ossessionante che pervade il brano. Il compositore Micheàl O’Suillebhàin ha preso spunto dalla melodia “Spalpìn a rùn” (canzone in lode del merlo) per sviluppare e unire musica tradizionale e contemporanea.

A questi brani si alternano le musiche tradizionali eseguite dai tre musicisti folk con gli strumenti tipi irlandesi – uileann pipis (Eoin O’Riabhaigh), violino (Matt Cranitch) e organetto (Jackie Daly) – e il cui repertorio comprende le danze popolari e i brani lenti tradizionali “sean-nòs”.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI