Lina Sastri in musica e parole con “Linapolina”

Al Teatro Carlo Gesualdo di Avellino in scena uno spettacolo carnale, scritto di getto

Lina Sastri
Lina Sastri

«Continuo ad amare il Teatro senza conoscerlo», così Lina Sastri in tour per lo spettacolo “Linapolina. Le stanze del cuore”, che sarà messo in scena al Teatro Carlo Gesualdo di Avellino il 14 e il 15 dicembre 2013, alle 21 e alle 18.  Prodotto dal Teatro Diana nonché scritto e diretto dalla Sastri, “Linapolina” è una rappresentazione di musica e parole per rendere omaggio a Napoli. Il concerto, suddiviso in due tempi, è costituito da ventinove brani; si parte con “I te vurria vasà”, passando per “Regginella”, “Era de maggio”, “O’sole mio“, “Maruzzella” per arrivare a “Musica rom”. Sul palco con l’attrice ci sono Filippo D’Allio alla chitarra, Salvatore Minale alle percussioni, Gaetano Desiderio al pianoforte, Gennaro Desiderio al violino, Claudio Romano alla seconda chitarra e al mandolino, Gianni Minale ai fiati, Giuseppe Timbro al contrabbasso e Sasà Piedipalumbo alla fisarmonica. “Linapolina” è uno spettacolo da ascoltare e da guardare, grazie a Diego Watze che  ballerà sulle coreografie di Alessandra Panzavolta. Lina Sastri è un’artista completa che, dopo una lunga gavetta, è approdata al “grande teatro”, lavorando anche con Edoardo e Peppino De Filippo. Attrice dalle umili origini, la Sastri conosce la diffidenza e lo snobbismo al contrario del popolo, ma soprattutto ama la sua città, cantata all’infinito in questa nuova opera carnale, realizzata quasi di getto, dove le melodie diventano Teatro.

Le scenografie e le luci sono di di Bruno Garofalo, gli arrangiamenti di Maurizio Pica, la direzione musicale di Ciro Cascino, le immagini videografiche di Claudio Garofalo e la cura dei costumi di Maria Grazia Nicotra.

Per info: 0825.771620

 

 

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione. Oggi mi dedico come giornalista ai libri e al cinema in Cultura & Culture e sul mio canale YouTube (Marica Movie and Books). Curo la rubrica Bimbi al cinema sul blog Ricomincio da quattro di Adriana Fusè.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI