20 dicembre 2012
Redazione (4056 articles)
Share

LA GRANDE DANZA TORINESE SU RAI5

© c – Fotolia.com

Progetti di danza, il programma di Rai5 dedicato ai miti di Tersicore, scritto e prodotto da Vittoria Cappelli con la conduzione di Kledi Kadiu, approda in una delle città più belle d’Italia, Torino, dove da più di venti anni si svolge il Torino DanzaFestival, prestigiosa vetrina di danza contemporanea in Italia con importanti produzioni e coproduzioni internazionali. Una lunga storia artistica e culturale che Progetti di danza proverà a raccontare in due puntate.

L’appuntamento in onda sabato 22 dicembre sarà dedicato a una delle proposte più interessanti del cartellone di quest’ultima edizione: il Cedar Lake Contemporary Ballet, compagnia newyorkese “multilinguistica”, aperta alle collaborazioni con coreografi differenti ed eterogenea negli stili. Guidato dal francese Benoit-Swan Pouffer, intraprendente ex-danzatore della compagnia di Alvin Ailey, il gruppo, fondato dalla mecenate Nancy Laurie, una delle persone più ricche d’America, riflette una formula agile e nuova, lontana dalle consuetudini delle compagnie d’autore tipiche della danza contemporanea che identificano la figura del direttore e quella del coreografo nella stessa persona. Grazie all’esplosiva miscela tra le creazioni dei coreografi più ricercati del momento come Orbo Novo di Sidi Larbi Cherkaoui, Violet Kid di Hofesh Shechter, Tuplet di Alexander Ekman o Grace Engine di Crystal  Pite e il talento di sedici danzatori, provenienti dai più vari paesi e ben caratterizzati sia nelle personalità che nei rispettivi vocabolari di movimento, il Cedar Lake in breve tempo è diventata una delle realtà più innovative nel mondo della danza contemporanea.

Sabato 29 dicembre continua il racconto sulla città di Torino e il suo prestigioso festival. Ad accompagnare Kledi in questo viaggio lungo più di venti anni, questa settimana ci sarà anche un’ospite d’eccezione: il critico di danza e scrittrice Elisa Guzzo Vaccarino, che insieme a Sergio Trombetta, Vittoria Doglio, Alberto Testa e Gianni Secondo hanno guidato a lungo la manifestazione indirizzandone le scelte artistiche.

Nato nel 1987, TorinoDanza è oggi una realtà affermata in Italia e all’estero grazie a un progetto artistico articolato che ha portato sulla scena le più significative espressioni della danza degli ultimi decenni, ma anche artisti meno conosciuti che dopo poco si sono imposti all’attenzione di tutto il mondo. Inizialmente il festival si è svolto all’aperto in due parchi cittadini, per poi trasferirsi nel 1993 al Teatro Regio. Fino al 1996 ha avuto un profilo aperto a tutti i generi di danza, classica, moderna, contemporanea, dando spazio anche a forme ibride come il circo, le danza urbana, le nuove tecnologie. In questo periodo si sono esibiti alcuni tra i danzatori e coreografi più importanti della scena mondiale: Mark Morris, Rise et Danceries, Les Ballet Trocadero de Montecarlo, Maguy Marin, Philippe Decouflé, Merce Cunningham Dance Company, Balletto di Toscana, Mats Ek, Karole Armitage, Bill T. Jones, La La Human Step, Ballet de l’Opéra de Paris, Joffrey Ballet, Frankfurt Ballett di William Forsythe, Angelin Preljocaj, Royal Ballet of Flanders.

Tags Teatro
Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.