“LA FUGA IN MASCHERA” DOPO 200 ANNI A NAPOLI

Dopo oltre duecento anni “La Fuga in Maschera” torna nella città di Napoli, dove nel 1800 fu rappresentata per la prima volta. Il Teatro di San Carlo propone per la Stagione Lirica 2012-13, nell’ambito del “Progetto Napoli”, la commedia per musica di Gaspare Spontini che debuttò al Teatro Nuovo per poi scomparire dalle scene per oltre due secoli. Soltanto il 31 agosto 2012, dopo il casuale ritrovamento del manoscritto nel 2007 da parte di un’antiquaria inglese (poi acquistato dal Comune di Maiolati), il Festival Pergolesi Spontini ha presentato il titolo (al suo esordio in epoca moderna) nell’allestimento, firmato dal regista Leo Muscato, in coproduzione tra il Massimo napoletano e la Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi. Il San Carlo presenta la mise en scene di Muscato nel giorno di Carnevale, domenica 10 febbraio alle 19, al Teatrino di Corte di Palazzo Reale. Scene, costumi e luci portano le firme di Benito Lenori, Giusi Giustino e Alessandro Verazzi. Sul podio, Francesco Lanzillotta dirige l’Orchestra del San Carlo. Nel cast figurano Ruth Rosique e Laura Giordano (Elena), Caterina Di Tonno (Olimpia), Alessandra Marianelli (Corallina), Clemente Daliotti (Nardullo), Filippo Morace (Marzucco), Alessandro Spina (Nastagio) e Dionigi D’Ostuni (Doralbo). Muscato propone una versione della “Fuga” in chiave moderna, una sorta di vaudeville contemporaneo ambientato in un mondo bizzarro. L’opera, il cui libretto è firmato da Giuseppe Palomba, appartiene al repertorio comico del giovane Spontini, il quale conta circa dieci titoli, tutti (“Fuga” compresa) imperniati sullo stile e il modello dell’opera buffa napoletana del Settecento. Considerato tra i più importanti esponenti del teatro musicale italiano, nel periodo che fa da spartiacque tra l’epoca di Cimarosa e quella di Rossini, il compositore marchigiano ebbe la sua formazione al Conservatorio della Pietà dei Turchini di Napoli. La trama della “Fuga in Maschera” è un gioco fitto di equivoci e malintesi tra un pittore fanatico, una giovane “spiritosa”, un medicastro, un contadino e una ragazza girovaga con la lanterna magica (che Muscato ha sostituito con una ricca ereditiera “bon-bon”, un boss della mala, la ragazza Winx, il punkabbestia ed altri buffi personaggi) i quali si fanno protagonisti di una girandola di episodi molto divertenti, tra avventure amorose, travestimenti, sedute spiritiche ed infine la festa di carnevale che dà il titolo all’opera. Si replica fino al 17 febbraio, per un totale di sei recite.

LA FUGA IN MASCHERA

di Gaspare Spontini

libretto di Giuseppe Palomba

Direttore: Francesco Lanzillotta

Regia: Leo Muscato

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Scene: Benito Lenori

Costumi: Giusi Giustino

Luci: Alessandro Verazzi

Ruth Rosique/Laura Giordano, Elena

Caterina Di Tonno, Olimpia

Alessandra Marianelli, Corallina

Clemente Daliotti, Nardullo

Filippo Morace, Marzucco

Alessandro Spina, Nastagio

Dionigi D’Ostuni, Doralbo

Orchestra del Teatro di San Carlo

in coproduzione con Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi

Progetto Napoli

 

Repliche

Martedì 12 febbraio 2013, ore 20.30

Mercoledì 13 febbraio 2013, ore 19.00

Venerdì 15 febbraio 2013, ore 20.30

Sabato 16 febbraio 2013, ore 18.00

Domenica 17 febbraio 2013, ore 17.00

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI