LA CACCIA ALLE STREGHE IN MALAWI

Domani sera, 28 dicembre 2012, in seconda serata, nuovo appuntamento con “Storie di Confine”, il programma di Videonews realizzato in collaborazione con Retequattro e Mediafriends, con reportage esclusivi dall’Italia e dai luoghi più difficili del Pianeta. Il settimanale della Rete diretta da Giuseppe Feyles torna ad accendere i riflettori non solo sulle realtà più degradate del Pianeta, ma anche sui progetti di aiuto e sostegno alle popolazioni bisognose realizzate da Mediafriends, la Onlus creata da Mediaset, Medusa e Mondadori, con i fondi raccolti tra i telespettatori per più di 50milioni di euro e che hanno consentito a 123 associazioni di realizzare oltre 190 progetti in Italia e nel Mondo. La stregoneria in Malawi è una piaga sociale. Colpisce anziani e bambini, le fasce più deboli della popolazione, già decimate dall’Aids. Diverse organizzazioni internazionali e umanitarie hanno denunciato episodi gravissimi di violenza. Nonostante il reato di stregoneria non esista, ci sono donne e uomini condannati detenuti in prigione con questa accusa ed altri cacciati dalla propria casa perché sospettati di praticare la magia nera.

Il Malawi è uno dei paesi più poveri e più colpiti dal virus dell’Hiv, al Mondo. Gli adulti riescono a sopravvivere grazie ai farmaci distribuiti dalle Ong, che li distribuiscono in modo massiccio, sia nelle città sia nelle campagne, e nei luoghi nevralgici delle grandi vie di comunicazione: i centri dove stazionano i camionisti in arrivo da Mozambico, Zambia, Sudafrica, Tanzania.

Qui la notte arrivano giovanissime prostitute, spesso portatrici del virus, che tramite loro salirà sui camion e si metterà in viaggio per mezza Africa. Il contagio continua, nonostante tutti ormai sappiano che la malattia c’è e si trasmette per via sessuale. I farmaci rappresentano l’unica speranza di sopravvivenza. Project Malawi, finanziato da Intesa San Paolo con il contributo di Mediafriends, attraverso i suoi centri, offre diagnosi e cure, fornendo ai malati un punto di riferimento indispensabile. Si cerca così di fermare una strage, che ha tra le sue conseguenze la tragedia degli orfani: bambini vulnerabili, che vivono in strada e sono spesso vittime di violenze o addirittura di rapimenti.

Il sostegno all’operato della Comunità di Sant’Egidio, invece, documentato dall’inviata di “Storie di Confine”, si concretizza nella realizzazione di un centro di cura ‘Dream’, a Blantyre, per prevenire, controllare e curare l’Aids nella popolazione locale. “Storie di confine” è un programma Videonews, testata diretta da Claudio Brachino, a cura di Mimmo Lombezzi, con Lorena Bari e Sandra Magliani. La produzione esecutiva è di Patrizia Ambrosi.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI