IN CANADA IL FESTIVAL DELLA TWITTERATURA

Twitter e letteratura un rapporto che si sta facendo sempre più indissolubile. Twitter, per molti, è più elegante, più raffinato e più immediato di Facebook, perché adatto soprattutto alle nuove esigenze della comunicazione. Infatti, giornalisti e calciatori, oltre che le star  della musica e del cinema, preferiscono questo social network a Facebook. E quindi in ogni festival della comunicazione, dalla manifestazioni sul giornalismo alle kermesse sulla letteratura, si discute di Twitter e del rapporto con il suo antagonista. Ma fino a ieri nessuno aveva mai pensato di ideare un evento interamente dedicato a Twitter o meglio alla Twitteratura. Sì, fino a ieri. Perché l’iniziativa si sta svolgendo oggi in Canada. Il Festival, intitolato 140 Max, si sta tenendo nella biblioteca Gabrielle – Roy del Quebec.

L’evento è costituito da una serie di incontri, tavole rotonde, seminari e dibattiti, a cui stanno partecipando blogger, sociologi, intellettuali ed esperti della comunicazione. Ed è nato anche un Istituto di Twitteratura Comparata, il cui co-fondatore è Yean-Yves Fréchette che ha scritto diversi libri sul social network.

Ma cosa differenzia Facebook da Twitter? La brevità del messaggio che diventa un vero e proprio esercizio di stile soprattutto per giornalisti e comunicatori che fanno dell’immediatezza il loro lavoro, in particolare quando si deve titolare un pezzo.

 

Commenti

commenti

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Autore dell'articolo: Carla Cesinali

Carla Cesinali
Carla Cesinali su Cultura & Culture si occupa di politica, di spettacoli, di arte.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI